Nel Note 9 è presente un nuovo sistema di raffreddamento, ma è davvero più efficiente? Alcuni test ci aiutano a scoprirlo

A partire dai Galaxy S7 Samsung ha iniziato ad utilizzare all’interno dei suoi smartphone top di gamma un vero e proprio sistema di raffreddamento Heat Pipe (qui il funzionamento).

heat pipe galaxy s7

Con il Note 9 la società koreana ha apportato alcune modifiche rendendolo 3 volte più grande e impiegando come materiale al posto del rame le fibre di carbonio.

Tutto questo è servito per renderlo più efficiente?

A rispondere alla domanda ci ha pensato il portale americano Tom’s Guide attraverso una serie di interessanti test.

Nel primo sono stati messi a confronto il sistema di raffreddamento del Note 9, del Galaxy S9+ e dell’OnePlus 6.
Per stressare il sistema, su ogni modello è stato eseguito per sette volte consecutive il benchmark Antutu registrando ogni volta la temperatura raggiunta (NB: tutti i valori riportati da Tom’s Guide sono in gradi Fahrenheit e non in Celsius).

Rispetto al Galaxy S9+ il Note 9 riesce a raggiungere prestazioni migliori e quasi sempre anche temperature più basse.
Nelle prestazioni la differenza tra il valore massimo e minimo è del 22% per il Galaxy S9+ e del 15% per il Note 9, ma è l’OnePlus 6 ad aver garantito una maggiore costanza con una differenza di solo il 5%.

In un secondo test sono stati messi a confronto il Note 9, il Note 8 e l’iPhone X facendo girare per due volte per 15 minuti Antutu. Ecco i risultati:

  1. Note 8 – 99,6 °F
  2. Note 9 – 100,6 °F
  3. iPhone X – 100,9 °F
  1. iPhone X – 102 °F
  2. Note 8 – 103 °F
  3. Note 9 – 106 °F

I ragazzi di Tom’s Guide hanno poi approfittato della bella giornata e dei 31°C della città di New York per eseguire un curioso test all’aperto: i tre smartphone sono stati posti su un tavolo di metallo sotto la luce diretta del sole eseguendo ripetutamente il benchmark 3D Mark’s Slingshot OpenGL ES 3.1.

L’iPhone X è stato quello che ha ceduto subito per surriscaldamento facendo registrare anche un minor numero di frame.
Il Note 8 e il Note 9 al termine presentavano invece la stessa temperatura (130 °F), ma quest’ultimo è però riuscito a raggiungere qualche frame in più.

heat pipe note 8 vs note 9

Le prove eseguite sono state anche altre, ma alla fine tutte portano alla stessa conclusione.

Il nuovo sistema di raffreddamento del Note 9 aiuta a garantire un livello di prestazioni più elevato rispetto agli altri Galaxy, compreso il Galaxy S9 di cui condivide lo stesso chipset, ma dal punto di vista della temperatura percepita sulla scocca non ci sono grosse differenze.

Una cosa del resto comprensibile visto che in così pochi millimetri di spazio nessun sistema Heat Pipe può compiere dei miracoli.

Per chi volesse approfondire qui l’articolo originale in lingua inglese.