Lo sviluppo del Note 9 in ritardo di un paio di settimane: Samsung ha cambiato alcune specifiche dopo aver visto i concorrenti

Nonostante lo sviluppo software e la produzione di massa di alcuni componenti quest’anno siano partiti con più di un mese di anticipo rispetto al solito, il lancio del Galaxy Note 9 subirà comunque un ritardo.

A rivelarlo sono fonti ben informate koreane, che parlano di uno slittamento dei tempi di un paio di settimane in seguito alla decisione del vice presidente di Samsung Electronics Lee Jae-yong di rivedere alcune delle specifiche tecniche del dispositivo.

Le modifiche (le uniche per ora trapelate) riguarderebbero il design del Note 9, in particolar modo lo spessore che è stato ulteriormente ridotto per migliorare il grip.

immagine non reale

Si tratta della prima volta che Samsung effettua una correzione del progetto negli ultimi due o tre mesi dello sviluppo, quando tutto dovrebbe essere ormai già definito e le fasi di test conclusive già avviate (di solito lo fa solo per seri problemi con il prodotto).

Da quanto si apprende Lee Jae-yong avrebbe maturato questa decisione dopo un recente viaggio di affari in Cina, dove ha avuto modo di vedere dal vivo alcuni smartphone delle aziende concorrenti Xiaomi, Oppo e Bibo.

Per ora non sono note altre modifiche apportate al progetto, ma viene escluso l’introduzione dello scanner delle impronte digitali integrato nel display.

La data di presentazione del Note 9, non ancora ufficializzata, dovrebbe quindi slittare da fine luglio all’inizio di agosto.

Qui tutte le altre indiscrezioni sul Note 9.

 

fonte thebell.co.kr