Con 5 esempi Samsung ci mostra come l’Intelligenza Artificiale della fotocamera del Note 9 riesce a migliorare gli scatti

Negli ultimi anni le fotocamere degli smartphone hanno compiuto passi da gigante sia dal punto di vista hardware che software.
Al tempo stesso sono però diventate anche più complicate per gli utenti meno esperti, che tendono ad usarle solo con le impostazioni di base ottenendo di conseguenza risultati non sempre all’altezza delle varie situazioni.

Un problema che con il Galaxy Note 9 Samsung ha tentanto di risolvere attraverso l’Intelligenza Artificiale, capace di migliorare da sola gli scatti (funzione Scene Optimizer – Ottimizzatore scene) riconoscendo il tipo di soggetto e l’illuminazione circostante.

Per dimostrarci la sua efficacia in un articolo del suo blog la stessa società koreana ha messo a confronto diretto delle fotografie scattate con la modalità Scene Optimizer disattivata e attivata in ben 5 situazioni differenti (cliccare sull’immagine per vederla alla risoluzione originale).

Fiori al mattino

Scene Optimizer OFF – Scene Optimizer ON

Pizza e pasta a pranzo

Scene Optimizer OFF – Scene Optimizer ON

Il pomeriggio in un ambiente chiuso

Scene Optimizer OFF – Scene Optimizer ON

Il verde degli alberi

Scene Optimizer OFF – Scene Optimizer ON

Il tramonto

Scene Optimizer OFF – Scene Optimizer ON

Premettendo che tutte le fotografie diffuse dai produttori lasciano sempre il tempo che trovano, soprattutto quando non vengono condivise nel formato originale (tutte le immagini postate da Samsung risultano salvate con Adobe PhotoShop CC 2018), voi cosa ne pensate del lavoro dell’Intelligenza Artificiale in questi scatti?