Ancora guai per Samsung e i Note 7: ora esplosioni anche in Cina, prime cause legali, ban pure di Alitalia e corrieri che si rifiutano di ritirarlo

Con il passare del tempo anziché migliorare, la situazione dei Note 7 in cui è rimasta coinvolta Samsung sembra peggiorare sempre di più.

Negli ultimi giorni infatti si sono registrati i primi casi di esplosione della batteria anche in Cina, un mercato ritenuto fino a poco tempo fa completamente al sicuro, ma dove nell’ultima settimana sono stati comunque richiamati ben 1858 unità.

E probabilmente il motivo del ritiro era fondato visti gli incidenti capitati nel week-end a due persone differenti, con i loro Note 7 che hanno hanno iniziato prima a scaldarsi per poi prendere improvvisamente fuoco emettendo anche un fumo nero.

note-7-esplosioni-in-cina

Incidenti che hanno costretto oggi Samsung Electronics a diffondere una nota che appare subito all’apertura della versione cinese del suo sito e che sembrerebbe fare riferimento a possibili cause esterne.

samsung-cina-note-7-difettosi

E intanto negli Stati Uniti, il paese dove la commercializzazione è partita per prima e che quindi risulta essere il più coinvolto con oltre 90 casi di incidenti (ufficializzati dal CPSC), un uomo a cui il Note 7 è esploso nella tasca anteriore dei suoi pantaloni e che ha subito ustioni di secondo grado alla coscia destra, ha già intentato una causa contro Samsung (l’incidente è accaduto prima dell’annuncio ufficiale del ritiro).

Sempre negli Stati Uniti si segnalano poi numerosi casi in cui gli utenti che hanno acquistato il Note 7 direttamente dal sito Samsung.com non riescono a partecipare al programma di scambio. Il motivo è perché i corrieri FedEx e UPS a cui si è affidata inizialmente Samsung USA per il ritiro del prodotto, si rifiutano di effettuare il trasporto per problemi di sicurezza.

I understand you wanted more information about the Note7 Exchange program. At this time due to FedEx and UPS refusing to transport the packages. They have announced that a new program will be introduced for an actual Exchange instead of the Return/Refund system we had previously instituted.

This system was supposed to go live as of today, but as the last details are still being set up, this will be started next week. At this time please keep watch for new details on our website about this program and when it will be live. Please see the phone number and website below, but know the phone number will not be able to assist until next week.

They are stating they hope to have the phones available as early as 9/21/16. I hope this information addresses any questions you may have.

E intanto da oggi anche Alitalia si aggiunge alla lunghissima lista delle compagnie aeree di tutto il mondo che hanno deciso di bannare dai propri voli il Galaxy Note 7, decisione inevitabile viste le decisioni della FAA e le raccomandazioni dell’EASA.

note-7-ban-alitalia

Insomma, la fine di questa vicenda sembra purtroppo essere ancora ben lontana.

AGGIORNAMENTO ore 21:00:
Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters grazie ad una propria fonte, il problema dei Note 7 cinesi esplosi non è da ricondurre alla batteria ma ad un riscaldamento causato da fattori esterni.

According to the burn marks on the sample, we surmise that the source of the heating comes from outside the battery, and it’s very likely that there was an external factor causing the heating problem.

Una causa poco chiara, ma in linea anche con il comunicato emesso da Samsung attraverso la versione cinese del suo sito.

Qui tutti gli altri articoli sul ritiro del Note 7.

 

via bostonglobe.comphonearena.com, reddit.com