Google annuncia la chiusura del suo social network Google+. Colpa di una grave falla di sicurezza (tenuta nascosta fino alla fine) e dello scarso interesse degli utenti

Dopo ben 7 anni di esistenza Google ha deciso di chiudere il suo social network Google+, da fine 2012 l’unico mezzo per poter rilasciare commenti nel Play Store.

La notizia è stata data direttamente dal colosso di Mountain View attraverso le pagine del suo blog, dove ha chiarito anche i motivi di questa decisione.

Il primo riguarda una grave falla di sicurezza presente nelle API del servizio (usata da 438 applicazioni) in grado di consentire a terze parti di accedere a informazioni riservate (qui l’elenco completo) di oltre 500.000 utenti di Google+.

Una falla di cui Google era già a conoscenza da tempo e che ha poi provveduto a correggere nel marzo 2018.
Eppure la decisione di renderla pubblica è avvenuta soltanto nella giornata di ieri, questo nonostante (a detta di Google stessa) nessuno l’abbia mai scoperta e sfruttata.

C’è poi un altro motivo per cui Google chiuderà Google+: lo scarso interesse degli utenti.
Secondo infatti i dati comunicati, ben il 90% di sessioni effettuato dagli utenti presenta una durata inferiore ai 5 secondi.

Un numero che testimonia come alla fine il progetto Google+ sia da considerarsi un grande fallimento nonostante tutti gli sforzi fatti per imporlo.

La chiusura avverrà entro 10 mesi, ma riguarderà solo la versione per gli utenti finali e non quella per le aziende.
In questo periodo Google però fornirà tool per scaricare i propri dati ed eventualmente migrarli verso altre piattaforme.

Voi usate Google+? Cosa ne pensate di questo social network?

 

fonte Google