twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mag 092018
 

Oltre a quelle che riguardano Android P, nel corso del Google I/O 2018 Google ha presentato altre interessanti novità specifiche per alcune delle sue principali applicazioni.

La principale riguardano Google Assistant (qui la nostra guida), l’assistente vocale di Android attualmente presente in oltre 500 milioni di dispositivi e che presto sarà disponibile in oltre 30 lingue diverse.

Con gli aggiornamenti dei prossimi mesi ci sarà una nuova interfaccia capace di trasformarlo in un assistente visivo, con una schermata dove verranno visualizzate un maggior numero di informazioni sempre legate al contesto.

Finalmente poi Google Assistant sarà in grado di sostenere una conversazione continua, ossia senza che sia più necessario ripetere ogni volta il comando OK Google per riattivarlo.

Con le azioni multiple Google Assistant riuscirà a capire anche istruzioni complesse costituite da più richieste in una.
Ad esempio basterà chiedergli “com’è il tempo a Roma, Parigi e Londra” anziché “com’è il tempo a Roma, com’è il tempo a Parigi, com’è il tempo a Londra?

Inoltre proprio come Samsung Bixby, presto anche con Google Assistant l’utente potrà creare dei comandi multipli personalizzati (le routines) per lanciare più azioni con un singolo comando.

Molto interessante poi la possibilità di poter schedulare i comandi multipli in modo che possano attivarsi in automatico ad un preciso momento della giornata.

Infine per Google Assistant sono previste anche 6 nuove voci.

Tutte queste migliorie dovrebbero arrivare entro la fine dell’anno, purtroppo non è ancora certo se inizialmente riguarderanno solo l’inglese o invece saranno disponibili fin da subito anche per tutte le altre lingue.

 

fonte Google