twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mag 092018
 

Nel corso dell’evento annuale Google I/O tenutosi nella serata di ieri, Google ha lanciato una seconda Developer Preview del suo futuro sistema operativo Android P.

Rispetto alla versione ufficializzata il 7 marzo questa volta all’interno troviamo anche qualche novità interessante in più. Eccole di seguito.

Gesture

Finalmente con Android P il sistema operativo di Google supporterà già di base le gesture, rendendo anche più comodo l’utilizzo degli smartphone di grosse dimensioni.

Se abilitate la tipica barra di navigazione di Android viene sostituita (rimane solo il pulsante back) da un’area sensibile ai vari comandi delle gesture, che sono:

  • singolo tap: per andare alla Home
  • pressione prolungata: per lanciare Google Assistant
  • piccolo swipe verso l’alto: per lanciare il nuovo menù delle app recenti
  • lungo swipe verso l’alto: per accedere all’App drawer
  • scorrimento orizzontale: per effettuare lo scrolling nel menù delle app recenti

Come vedete il nuovo sistema di navigazione basato su gesture prevede anche una nuova schermata delle app recenti.

Dashboard

Android P prevederà anche un’apposita sezione chiamata Dashboard in cui l’utente troverà le statistiche di utilizzo dello smartphone (tempo di attività, quante volte si è avviata una determinata app, quante notifiche abbiamo ricevuto, ecc…).

Timer

Sempre legato al monitoraggio delle attività dell’utente, c’è anche la nuova funzionalità Timer con la quale è possibile impostare un limite di tempo massimo di utilizzo di una determinata app.

Wind Down

Di notte grazie alla funzione Wind Down il telefono passerà in una sorta di modalità notturna che attiva in automatico sia la funzione non disturbare che la modalità dello schermo scala di grigi.

Adaptive Battery

Adaptive Battery è una nuova funzionalità di Google per Android P, sviluppata in collaborazione con DeepMind, che grazie all’intelligenza artificiale è in grado di limitare il consumo di batteria per le app meno usate e favorire quelle più importanti per noi.

App Actions

La tecnologia App Actions ha lo scopo di anticipare le intenzioni dell’utente segnalando in un determinato contesto le azioni che con più probabilità sta per compiere.
Ad esempio inserendo le cuffie nello smartphone Android proporrà un’azione per avviare il riproduttore

Slices

Slices è una tecnologia di Android P che fornisce all’utente la possibilità di utilizzare all’interno di una ricerca le funzionalità di una determinata app.
Ad esempio cercando un servizio di taxi in Google Search, all’interno della schermata viene visualizzato un piccolo ritaglio con le informazioni provenienti da altre app come ad esempio Google Maps.

Luminosità automatica intelligente

La nuova luminosità automatica di Android P è in grado di impostare il livello di luminosità più appropriato imparando direttamente dalle regolazioni manuali effettuate dall’utente in determinate circostanze (un po’ come avviene nei più recenti modelli della Samsung).

Purtroppo molte di queste funzionalità (se non tutte) potrebbero riferirsi solamente alla versione base del sistema operativo Android.
Per gli aggiornamenti dei suoi Galaxy Samsung potrebbe benissimo non inserirle o come già capitato in passato addirittura di anticiparle con la versione attuale di Android (Oreo 8.0 o Oreo 8.1).

Cosa ve ne pare di queste funzionalità? A voi interesserebbe averle?

Qui tutte le altre novità di Android P e i tempi di rilasico delle versioni beta.

 

fonte Google 1, 2, 3