Samsung sollecita gli utenti a spegnere subito i Note 7 e restituirli. Prevista nuova etichetta e database di IMEI per identificare quelli sicuri

Con un articolo pubblicato da poco nella versione internazionale del proprio blog e vari messaggi diffusi attraverso i social network (e che probabilmente nelle prossime ore o giorni verranno tradotti in varie lingue e diffusi dalle sue varie divisioni), Samsung Electronics invita tutti coloro che sono ancora in possesso di un Note 7 a farselo sostituire.

Nel comunicato si parla proprio di spegnere lo smartphone e scambiarlo il prima possibile secondo il programma di sostituzione annunciato a livello globale un paio di giorno fa.

Our number one priority is the safety of our customers. We are asking users to power down their Galaxy Note7s and exchange them as soon as possible

Un sollecito molto chiaro e deciso, conseguenza forse dei nuovi casi di esplosione della batteria e del ban dai voli di vari paesi al mondo (oltre a USA e Australia oggi si sono aggiunti India, Emirati Arabi Uniti e Sud Africa).

Proprio per questo Samsung sottolinea che la procedure di sostituzione verrà accelerata (in Europa, Italia compresa, si partirà dal 19 settembre).

We are expediting replacement devices so that they can be provided through the exchange program as conveniently as possible and in compliance with related regulations. We sincerely thank our customers for their understanding and patience.

galaxy note 7 spen

Intanto sul sito di Samsung Australia è stato anticipato che i Note 7 da considerarsi sicuri saranno identificati con un bollino con all’interno una S posto accanto all’etichetta del barcode.

note 7 sicuro bollino

Inoltre a breve i possessori del Note 7 potranno verificare in maniera autonoma e direttamente attraverso il loro codice IMEI se l’unità in possesso appartenga realmente ai lotti del prodotto privi del difetto della batteria.

Si tratta ovviamente di misure per tranquillizzare gli utenti ed evitare possibili speculazioni. Facciamo notare però che queste sono informazioni per ora apparse soltanto sulla versione australiana del sito Samsung, quindi non è ancora sicuro se tale iniziativa verrà estesa a tutto il mondo.

Qui tutti gli altri articoli sul ritiro del Note 7.

 

fonte Samsung