Peggiora la reputazione di Samsung nel mondo, così come quella del Note 8 in Cina dove viene pubblicizzato negativamente

Nonostante gli ottimi risultati finanziari ottenuti in tutto il 2017 e il successo che sembra stiano raggiungendo i suoi ultimi prodotti di punta, ossia i Galaxy S8 e il Galaxy Note 8, la reputazione di Samsung nel mondo continua a peggiorare.

A sostenerlo è il Reputation Institute, società di analisi specializzata nel valutare il livello di reputazione di oltre 170.000 aziende in 15 paesi diversi in base a vari criteri come percezione da parte del consumatore, responsabilità sociale, influenza sulla società, trattamento dei lavoratori e altro ancora.

Nel suo annuale report Global RepTrak 100 Samsung è infatti crollata dal 20° posto dello scorso anno all89°, superata anche dal suo diretto rivale coreano LG.

I motivi principali sono ancora legati al fiasco dei Note 7, di cui nel settore si parlerà ancora a lungo, e anche alle vicende giudiziarie che hanno coinvolto il leader dell’intero Gruppo Samsung, proprio di recente condannato a 5 anni di reclusione.

Problemi simili anche per il Galaxy Note 8 in Cina, dove avrebbe raggiunto appena 20.000 prenotazioni contro gli oltre 4 milioni degli iPhone 8.

Una conseguenza della cattiva gestione del caso Note 7 (Samsung dopo il primo ritiro del prodotto aveva negato ai consumatori cinesi l’esistenza di problemi perché le batterie dei Note 7 cinesi provenivano da un altro fornitore, poi risultate essere difettose anche quelle) e della pubblicità negativa che riceve ogni giorno dai media cinesi, forse legato al sentimento anti-coreano che c’è nel popolo cinese nei confronti della Corea del Sud (e ulteriormente aumentato per le vicende legate alla gestione del conflitto con il Nord Corea).

 

via koreaherald.comreputationinstitute.comforbes.combusinesskorea.co.kr