Samsung annuncia di aver già avviato la produzione di massa dei processori dei Galaxy S9: +10% prestazioni -15% consumi

Con un comunicato reso pubblico attraverso la versione internazionale del suo blog, Samsung Electronics ha oggi annunciato di aver avviato la produzione di massa della nuova generazione di System-on-Chip (SoC) che verrà usata per i dispositivi attesi sul mercato per l’inizio del prossimo anno.

Anche se nell’articolo non vengono mai nominati, è chiaro il riferimento al chipset Exynos 9810 che sarà presente sui prossimi Galaxy S9, non ancora presentato ma la cui esistenza è già stata confermata dalla casa koreana in occasione del CES Innovation Awards.

I futuri chipset Exynos saranno basati su un processo produttivo da 10 nanometri di seconda generazione soprannominato 10 LPP (Low Power Plus).
Rispetto ai chipset dei Galaxy S8/Note 8 basati su un processo produttivo da 10nm di prima generazione (soprannominato 10 LPE, Low Power Early), la nuova tecnologia sarà in grado di assicurare performance più elevate del 10% o consumi più bassi del 15%.

stabilimento Samsung produzione di chip di Hwaseong 

Quindi anche se Samsung per il prossimo anno non proporrà ancora chipset a 8 nanometri, i suoi nuovi Exynos sono comunque da considerarsi modelli superiori a quelli attuali.
Inoltre essendo basati su un processo produttivo già maturo, sarà possibile produrne molti di più in tempi più brevi.

 

fonte Samsung