Con un video e un’infografica Samsung ci ricorda dell’importanza della piattaforma Knox che oggi protegge milioni di Galaxy

Ormai gli smartphone sono sempre più parte della nostra vita quotidiana e lavorativa, spesso utilizzati anche per gestire e conservare dati e informazioni particolarmente sensibili.

Proprio per questo negli ultimi anni Samsung ha introdotto su tutti i suoi dispositivi mobile Samsung Knox, una piattaforma di sicurezza in grado di proteggere l’hardware ed il software dei Galaxy grazie ad un approccio multilivello basato sui seguenti strati:

  • Trusted Boot, che garantisce un processo di avvio sicuro attraverso azioni di sicurezza basate su misurazioni registrate
  • SE per Android, che migliora la protezione isolando le applicazioni ed i dati
  • TIMA, che si assicura che i meccanismi di sicurezza non possano essere modificati o disattivati da software dannosi
  • Protezione kernel, che controlla il kernel in tempo reale
  • Keystore, che protegge le chiavi di crittografia in TrustZone
  • Gestore certificati, che protegge e gestisce i certificati client nel TrustZone.

E con l’infografica che vedete di seguito Samsung vuole sottolineare l’importanza di Knox in ogni momento della giornata, dal download di un’app, all’autenticazione in un sito web fino al pagamento eseguito in via elettronica.

clicca per ingrandire

Il seguente video riassume invece alcune situazioni che possono mettere in pericolo i nostri dati ma da cui Knox può difenderci, come ad esempio collegarsi ad una rete wifi pubblica, lasciare il telefono incustodito, scaricare un’app non sicura o usare lo stesso telefono per svago e lavoro.

Ricordiamo che la maggior parte delle misure di sicurezza garantite da Samsung Knox non sono più efficaci una volta che il telefono è stato manomesso (es. da una procedura di root o l’installazione di una recovery modificata).

 

fonte Samsung