Samsung crede molto in Bixby, il futuro assistente vocale dei Galaxy. Per averlo ha investito ben 215 milioni di dollari

Lo scorso 6 ottobre Samsung Electronic ha annunciato di aver acquisito VIV, una software house specializzata nel campo dell’intelligenza artificiale i cui fondatori sono noti per aver sviluppato Siri, l’assistente vocale degli iPhone.

In questi giorni dalla nota integrativa al bilancio consolidato della società coreana relativo al quarto trimestre 2016 sono emerse anche le cifre dell’intera operazione: ben 215 milioni di dollari.

Un investimento importante (basti pensare che Siri alla Apple era costato circa 200 milioni di dollari) e che testimonia come Samsung voglia imporsi rapidamente anche in questo mercato che molti considerano strategico per il futuro (non a caso aziende come Microsoft, Google e Amazon sono già presenti da tempo).

Per gli addetti ai lavori l’assistente virtuale sviluppato dai Viv Labs, che Samsung potrebbe chiamare Bixby, è considerato uno dei più avanzati mai sviluppati fino ad oggi.
Inizialmente si pensava che tale tecnologia sarebbe già stata offerta agli utenti con il Galaxy S8, ma poi alcune fonti del The Wall Street Journal hanno messo in dubbio la sua presenza sostenendo che per i suoi prossimi top di gamma della serie Galaxy S Samsung si limiterà a puntare su una versione migliorata dell’attuale S Voice.

 

via venturebeat.com