Samsung annuncia Bixby 2.0, una ‘reinvenzione’ dell’attuale piattaforma, ma senza sbilanciarsi sulle reali novità

In occasione dell’evento di apertura della Developer Conference 2017 Samsung ha annunciato al mondo la nuova versione della sua intelligenza artificiale Bixby 2.0.

A presentarla è stato direttamente Chung Eui-seok, il nuovo responsabile del progetto che ha da poco sostituito Rhee In-jong.

In-jong ha iniziato parlando del successo della prima versione arrivata sul mercato con i Galaxy S8/Note 8 in più 200 nazioni differenti e che oggi può contare oltre 10 milioni di utenti registrati.

Bixby 2.0 è stato descritto come una reinvenzione dell’attuale piattaforma, volto a trasformare gli assistenti digitali da una semplice novità in uno strumento parte fondamentale della vita quotidiana di tutti.

Now, we are ready to take Bixby to the next level. Bixby 2.0 is a bold reinvention of the platform. A reinvention aimed at transforming basic digital assistants from a novelty to an intelligence tool that is a key part of everyone’s daily life.

Non a caso Bixby 2.0 verrà portato su un numero maggiore di dispositivi. Oltre ai telefoni lo troveremo infatti anche sui televisori, frigoriferi, altoparlanti smart e ogni altro apparecchio in grado di connettersi ad Internet.

Questo anche grazie a Project Ambience, un particolare chipset o dongle che permetterà a tali dispositivi di supportare i servizi Bixby anche se non previsti di base.

Inoltre, come era stato già preannunciatoBixby 2.0 sarà aperto anche agli sviluppatori di terze parti affinché possano sfruttarlo nelle loro applicazioni e avere la possibilità di raggiungere un maggior numero di utenti (non solo sui dispositivi mobile).
Per lo scopo verrà usata la tecnologia sviluppata dai ViV Labs, su cui la società koreana ha investito ben 215 milioni di dollari ma fino ad oggi assente sull’attuale versione di Bixby.

Infine con Bixby 2.0 verrà migliorato l’apprendimento del linguaggio naturale e la capacità di eseguire azioni più complesse.

It will be more personal, with enhanced natural language capabilities for more natural commands and complex processing, so it can really get to know and understand not only who you are, but who members of your family are, and tailor its response and actions appropriately.

Al momento però Samsung non si è sbilanciata affatto sulle novità concrete previste per gli utenti finali. Nella conferenza non c’è stato neppure alcun riferimento alle nuove funzioni anticipate da Injong Rhee (vedi articolo Con i prossimi aggiornamenti Bixby Voice è destinato a diventare il “Tasker” dei comandi vocali) e ai piani di supportare Bixby Voice in nuove lingue.

Sorprende poi come la parola “reinvenzione” sia stata utilizzata più volte per descrivere un servizio che in fin dei conti ha compiuto da poco sei mesi di vita.

Insomma Bixby 2.0 rimane ancora tutto da scoprire.

 

fonte Samsung