Samsung annuncia l’Exynos 8890, il primo chipset all-in-one e con CPU fatta in casa. Debutto previsto sui Galaxy S7 europei

Dopo mesi di indiscrezioni nella giornata di oggi la Samsung ha annunciato il suo nuovo chipset della serie Exynos, l’Exynos 8 Octa 8890.

exynos 8 octa

Pensato per i dispositivi mobile della prossima generazione, l’Exynos 8890 è basato su una CPU ARMv8 a 8 core e 64 bit e tecnologia a 14 nanometri FinFET.

A renderla particolare è però il fatto che 4 core sono degli ARM Cortex-A53 mentre i restanti 4 per la prima volta sono stati progettati direttamente dalla Samsung grazie al know-how acquisito in tutti questi ultimi anni.

exynos arm cortex a53

In termini pratici questa soluzione dovrebbe garantire un livello di performance superiore del 30% rispetto a quello della passata generazione Exynos 7, ma al tempo stesso consentire anche una riduzione dei consumi del 10%.

Exynos 8 Octa 8890

La GPU utilizzata dall’Exynos 8890 è invece una Mali T880, pensata appositamente per i giochi 3D, garantire la massima qualità video e supportare risoluzioni fino a 4K UHD (4096 x 2160 pixel).

mali t880

Il nuovo chipset della Samsung è però anche il primo di tipo all-in-one che riesce a combinare all’interno di un unico package anche la parte modem, uno dei più avanzati in circolazione in grado di supportare reti LTE con velocità massima di download di 600 Mbps e upload 150 Mbps.

exynos 8 octa modem

Come vi avevamo già accennato la produzione di massa degli Exynos 8890 dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno ed il primo smartphone ad utilizzarli dovrebbe essere proprio la variante europea del Galaxy S7.

 

fonte Samsung 1 e 2