twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ago 122016
 

Più che bug l’aggiramento del blocco protezione sembra essere ormai diventata una vera e propria caratteristica dei telefoni Android, sopratutto Galaxy, visto che né Google né Samsung sono capaci di risolverlo definitivamente.

Per chi non lo sapesse stiamo parlando di una funzione di sicurezza che se abilitata richiede anche dopo un hard reset di immettere i dati del proprio account Google o Samsung, in modo da impedirne l’accesso a persone che hanno ritrovato o rubato il nostro telefono.

protezione factory reset

Funzione che per l’ennesima volta l’hacker Rootjunky è riuscito a bypassare senza problemi, con una procedura non semplice come le altre volte ma comunque sempre alla portata di tutti.

L’obiettivo è sempre lo stesso, sfruttare la procedura guidata di configurazione del telefono per riuscire ad accedere a delle schermate che dovrebbero rimanere inaccessibili.

Questa volta il tutto parte da una simulazione di una telefonata in entrata effettuata da un apposito programma per windows messo a disposizione dallo stesso Rootjunky, che gli permette poi di raggiungere la schermata dei contatti, lo store Galaxy Apps e da qui scaricare un file manager per avere un maggior controllo del telefono e riuscire ad effettuare il login con il suo account personale.

Tale procedura è valida con tutti i recenti Galaxy, dai Galaxy S6 fino all’ultimo Note 7.

Ricordiamo che con le ultime patch di sicurezza Samsung ha già corretto un bug simile sfruttabile però attraverso SideSync, ma oltre ad arrivare con notevole ritardo tutti i rimedi sembrano essere inefficaci.

articoli correlati:

 

via Xda