Bixby Voice in ritardo perché Samsung avrebbe sottovalutato l’impegno necessario per supportare le lingue straniere

Doveva essere la caratteristica di punta dei Galaxy S8, eppure a quasi 2 mesi dal loro lancio Bixby Voice di fatto continua a rimanere un esclusiva soltanto del mercato koreano.

Secondo alcune fonti industriali il ritardo, come era già trapelato tempo fa, è da imputare principalmente alle non eccellenti prestazioni del riconoscimenti vocale nelle varie lingue diverse dal koreano, inglese compreso.
Prestazioni alla data del 27 giugno ancora insoddisfacenti se confrontate con quelle dei principali assistenti concorrenti come Alexa di Amazon e Siri di Apple.

Stando alla stessa fonte la causa sarebbe la mancanza di risorse in casa Samsung come dati ed esperti specializzati in lingue straniere. Nel suo progetto infatti la società koreana avrebbe sottovalutato l’impegno necessario nel creare un assistente vocale compatibile con più lingue, facendosi quindi cogliere impreparata.

Non di certo un bel biglietto da visita per un’intelligenza artificiale che doveva rivoluzionare l’intero settore.

 

fonte theinvestor.co.kr, via phonearena.com