Nei Galaxy S7 non è previsto il supporto alla ricarica rapida della batteria Quick Charge 3.0

Una novità molto apprezzata dagli utenti negli smartphone degli ultimi anni è la possibilità di effettuare una ricarica della batteria in tempi decisamente inferiori rispetto a quelli richiesti normalmente.

galaxy fast charge

In casa Samsung il primo prodotto a prevedere questo tipo di tecnologia è stato nel 2014 il Note 4 e a seguire l’anno successivo anche i vari Galaxy S6.
In entrambi i casi le specifiche supportate sono quelle previste da Qualcomm con il Quick Charge 2.0, in grado di arrivare da 0 al 50% in soli 30 minuti.

Nel secondo semestre del 2015 Qualcomm ha poi rilasciato la tecnologia Quick Charge 3.0, più efficiente della precedente e anche del 27% più rapida (da 0 all’80% in soli 35 minuti).

Sebbene il Quick Charge 3.0 sia già previsto di base dai nuovi processori Snapdragon 820, gli stessi utilizzati da Samsung sui Galaxy S7 destinati a USA e Cina, il produttore koreano ha però deciso di continuare a supportare ancora le precedenti specifiche del Quick Charge 2.0 ( confermandole ovviamente anche per le varianti con chipset Exynos europee).

I motivi di questa decisione non sono noti e difficilmente Samsung li spiegherà.

 

fonte qualcomm,  via gsmarena.com