Gli ingegneri Samsung spiegano come sono riusciti a migliorare la batteria dei Galaxy S7

In un’intervista apparsa oggi nella versione internazionale del blog della Samsung, alcuni ingegneri della divisione Mechanical R&D e Advanced Component Technology ci spiegano come sono riusciti a migliorare i Galaxy S7 dal punto di vista della batteria.

ingegneri samsung batteria

La sfida più grande è come sempre quella di accontentare le aspettative dei clienti affrontando però i limiti tecnici della tecnologia attuale.
Tutti gli interventi effettuati devono inoltre assicurare che la batteria possa garantire una certa affidabilità anche nel lungo periodo, probabilmente anni, senza che si verifichi un degrado eccessivo.

Con i Galaxy S7 Samsung ha innanzitutto provveduto ad innalzare la capacità complessiva della batteria (3000 mAh per i Galaxy S7 e 3600 mAh per i Galaxy S7 Edge) senza però alterare le dimensioni finali dei dispositivi.

batteria galaxy s7

Ma tutto questo da solo non basta visto che è anche necessario assicurarsi che tutti i componenti hardware abbiano la minor percentuale possibile di consumo per ora.
Una cosa non molto facile da ottenere nella pratica, che richiede la cooperazione di tutti i reparti impegnati nello sviluppo e soprattutto trovare delle alternative alle funzioni che consumano di più.

Aumentare la capacità però non è tutto.
Già dai Note 4 in poi Samsung ha previsto per i suoi top di gamma la ricarica rapida, studiando pure nuovi algoritmi per migliorare sia la stabilità che l’efficienza nel processo di carica.

ricarica wireless samsung

E considerando che i Galaxy S7 sono resistenti all’acqua e alla polvere, per renderli più sicuri è stato previsto per la porta usb un pin ID in grado di rilevare la presenza di acqua o di eventuali altri corpi estranei impedendo la ricarica.

galaxy s7 usb id

Purtroppo l’articolo originale non scende nei dettagli tecnici, ma chi volesse leggerlo per intero può consultarlo presso il sito samsung.com.