SpeedMod Kernel SGS2 di hardcore

 

Chi segue il nostro sito fin dai tempi del Galaxy S avrà sicuramente sentito parlare di hardcore.
I suoi Speedmod Kernel erano dei veri e propri punti di riferimento per il primo top gamma android di Samsung.

Con l’uscita del Galaxy S2 le cose sono un po’ cambiate vista l’enorme concorrenza di sviluppatori validi, ma gli SpeedMod Kernel non possono essere trascurati anche sull’attuale top di gamma Samsung da parte di chi si diverte a praticare il modding.

 

Gli obiettivi che hardcore si prefigge raggiungere sono ben definiti: stabilità, velocità e sopratutto consumi eccellenti.

 

Si tratta di un kernel poco invasivo, per garantirne la massima stabilità non vengono effettuate modifiche sul voltaggio o clock della CPU.

Gli incrementi di velocità vengono raggiunti prevalentemente grazie ottimizzazione del codice, mentre la vita della batteria viene salvaguardata eliminando i processi meno necessari che riguardano un kernel stock di Samsung.

Inoltre come da loro tradizione gli speedmod cercano di migliorare il più possibile la resa visiva del display.

 

In particolare per quanto riguarda le prestazioni ecco i punti su cui si è lavorato:

  • CPU governor di tipo increase resonsiveness
  • ottimizzazione I/O
  • tecnologia prefetching readahead 
  • aggiornato a jhash3
  • ottimizzazioni varie sulla compilazione usando Linaro GCC 4.5 toolchain
  • Metodo di allocazione SLAB invece che SLUB
  • CONFIG_RCU_FAST_NO_HZ abilitato

Per una migliore gestione della batteria:

  • disabilitato android Debug Logger
  • disabilitato il debug del Kernel
  • disabilitato il debug Samsung
  • disabilitato CONFIG_FTRACE

Ottimizzazioni video e varie:

  • ottimizzazione MDNIE per una migliore nitidezza nella lettura di testi
  • ottimizzazione MDNIE per ridurre la sovrasaturazione dei colori
  • livelli minimi di luminosità minori
  • supporto script init.d, TUN, CIFS, IPV6 Privacy

 

Come vedete le caratteristiche di base dello SpeedMod SGS2 sono ben mirate a raggiungere determinati risultati.
Le versioni dello speedmod sono contraddistinte da un numero sequenziale poste dopo la sigla K2 (es. K2-18, K2-19 ecc…).

 

– Pagina ufficiale del progetto –
– Download ultima versione formato Odin (tar) e CWM (zip) –
– Guida installazione kernel su Galaxy S2 –
Guida al ripristino del kernel originale Samsung

[p1]