Cloud Drive, il servizio Samsung simile a Google Drive che permette di caricare sul proprio spazio cloud qualsiasi tipo di file

A partire dal Note 7 Samsung ha previsto per i suoi smartphone e tablet Android un servizio per il backup e ripristino dei dati personali, le immagini e i video basato interamente sul cloud: il Samsung Cloud.

Oggi ogni utente di un Galaxy che supporta il Samsung Cloud ha a disposizione 15 GB di spazio libero gratuito sui server della compagnia koreana.

screenshot_20161207-145145

Non tutti sanno però che a partire dal novembre 2017 Samsung ha introdotto anche un servizio chiamato Samsung Cloud Drive che consente libero accesso ai 15 GB del Samsung Cloud per poter creare cartelle e caricare al suo interno qualsiasi tipo di file.

Ecco come utilizzarlo.

  1. Aprire dal menù programmi l’app Archivio
  2. In basso nella sezione Cloud troverete la voce Samsung Cloud Drive. Cliccarci sopra per entrare.

     

  3. Attraverso il menù delle impostazioni in alto a destra avrete la possibilità di:
    – forzare la sincronizzazione con i server Samsung del servizio Cloud
    creare cartelle a piacere per organizzare meglio i propri dati
    – accedere al cestino
    – modificare alcune impostazioni relative al servizio Samsung Cloud

  4. Per inserire dati all’interno del Samsung Cloud Drive entrate in una cartella in locale, selezionate i file o cartelle desiderati ed infine copiarli o spostarli tramite l’apposita funzione.

Un servizio simile a Google Drive, ma purtroppo al momento con tante limitazioni.

Ricordiamo però che da poche settimane, seppur non ancora pubblicizzata, esiste la possibilità di accedere al Samsung Cloud Drive anche da PC tramite browser web.