Guida ad Autofill (Riempimento Automatico), la principale novità di Android Oreo

Le novità introdotte sia da Google che Samsung con gli aggiornamenti Android Oreo sono diverse, ma la più importante di tutte è sicuramente Autofill (tradotta in italiano con il termine Riempimento Automatico).

Parliamo di una funzionalità molto utile soprattutto quando si deve riconfigurare da zero il proprio telefono in quanto è in grado di compilare in automatico i vari campi username, password, numeri carte di credito e altro tipo di dati richiesti sia dalle app che dai servizi web.

Di seguito vi spiegheremo come configurare e utilizzare Autofill di Android Oreo.

Configurazione Autofill

  1. Entrare nelle impostazioni di sistema, poi nel menù Gestione generale ed infine in Lingua e inserimento.

     

  2. Da qui cliccare sulla voce Servizio di riempimento autom. (sul nome e non sul simbolo a destra).
  3. Ora scegliere il servizio di riempimento automatico che si intende utilizzare per la gestione automatica delle proprie password.
  4. La prima scelta è Nessuno, ideale se si preferisce continuare ad inserire le varie credenziali manualmente come con le precedenti versioni di Android.
  5. La seconda scelta è Google, che sfrutta lo stesso database delle password di Google Chrome evitando di doverle memorizzare nuovamente. Un’opzione che si rivela molto utile soprattutto se si utilizza il browser Chrome pure sul PC di casa o lavoro e che permette di mantenerle sempre sincronizzate (almeno in teoria, perché non sempre vengono riconosciute).

    Se la voce Google non dovesse essere mostrata occorre entrare nel menù Applicazioni delle impostazioni di sistema e poi nella voce Google Play Services.
    Da qui cliccare su Memoria archiviazione ed infine su Svuota cache.

     

  6. La terza scelta (presente solo per chi ha un Galaxy) è Samsung Pass, che sfrutta il relativo servizio della Samsung.
    Il vantaggio di utilizzare Samsung Pass si ha quando occorre inserire le credenziali in quanto come misura di sicurezza viene richiesta un ulteriore conferma tramite riconoscimento dell’iride o lettore delle impronte digitali.

  7. Volendo cliccando su Aggiungi servizio è possibile affidarsi a gestori di password di terze parti (es. LastPass, Keeper, 1Password, ecc…).

Utilizzo Autofill

  1. Aprile l’applicazione o il sito web desiderato.
  2. Se presente un campo di input che richiede di inserire un nome utente, una password o altro tipo di dato sensibile, la funzione Autofill di Android interverrà mostrando un piccolo popup (schermate di esempio del pop-up delle opzioni Samsung Pass e Google).

  3. Cliccando sopra il popup, nome utente e password verranno prelevati dal servizio Autofill scelto nella precedente procedura ed immessi automaticamente.
  4. Nel caso di Samsung Pass verrà richiesta un ulteriore conferma tramite il sistema di verifica biometrica attivo.
  5. Se nome utente e password non fossero ancora presenti nel database, dopo averli digitati manualmente, verrà mostrata l’opzione per salvarli nel servizio Autofill scelto.

Dalle nostre prove il servizio di Autofill si è dimostrato molto utile, ma purtroppo anche non sempre così affidabile.
A volte capita infatti che non venga rilevato alcun campo o che non compaia il popup che consente l’inserimento automatico dei dati, quindi in questi casi occorre sempre procedere ad immettere i dati in maniera manuale.

Fortunatamente con Android Oreo 8.1 sono già previsti ulteriori miglioramenti.

Per scoprire tutte le altre novità di Android Oreo vi rimandiamo alla nostra apposita sezione.