Curiosità: Samsung DeX è un progetto nato ben 3 anni fa, ma reso possibile solo dalla potenza hardware dei Galaxy S8

Una delle principali caratteristiche introdotte dai Galaxy S8 è Samsung DeX, una modalità che grazie ad una dock esterna consente di trasformare lo smartphone in un PC.

Con un articolo apparso oggi sulla versione internazionale del blog della Samsung, Injong Rhee (responsabile della ricerca e sviluppo, del software e dei servizi di Samsung Mobile) ci spiega che il progetto DeX in realtà è nato ben 3 anni fa, nell’agosto del 2014 (quindi ai tempi del Galaxy S5/Note 4).

Tutto era partito in una riunione in cui si discuteva se era possibile o meno che uno smartphone fosse in grado di sostituire un computer desktop. Dopo un acceso dibattito, uno degli ingegneri disegnò al volo e presentò a Rhee la seguente bozza.

Da qui partì l’idea di sfruttare una docking station per connettere un Galaxy ad un monitor esterno e di utilizzarlo tramite un mouse e tastiera.
Il progetto però non fu mai concretizzato a causa della limitata potenza hardware messa a disposizione dagli smartphone di allora.

Lo sviluppo di DeX però proseguì fino a quando con i Galaxy S8 Samsung ritenne che il loro hardware era più che sufficiente per far girare un’apposita modalità software basata sul sistema operativo Android ed un’interfaccia a finestre capace anche di supportare operazioni in multitasking più complesse.

Per Samsung infatti i nuovi processori Exynos 8995 e Snapdragon 835 dei Galaxy S8 sono perfettamente in grado di garantire prestazioni equivalenti a quelle dei PC. Grazie poi alla tecnologia USB Type-C non esistono più limitazioni nel trasferire video e immagini ad un monitor in tempi rapidi e in alta qualità.

Samsung DeX inoltre non richiede lo sviluppo di app ad hoc visto che è in grado di supportare senza problemi quelle ottimizzate per Android 7.0. Agli sviluppatori è stato comunque messo a disposizione SDK che volendo permette di sfruttare al massimo le potenzialità offerte da questa piattaforma software.

Speriamo che lo sviluppo di questo progetto prosegua ancora a lungo.