Con i Galaxy S8 forse Samsung tornerà a puntare sul riconoscimento facciale (per sopperire ai limiti della scansione dell’iride)

Come misure di sicurezza biometrica i Galaxy S8 potrebbero non avere soltanto un lettore di impronte digitali e lo scanner dell’iride.
Stando infatti ad un recente report del The Korea Herald, con i suoi prossimi top di gamma Samsung potrebbe tornare a puntare anche sul riconoscimento facciale.

Una caratteristica introdotta da Google su tutti gli Android a partire da Ice Cream Sandwich, ma che la società koreana ha rimosso sui suoi dispositivi da dopo KitKat.

Il motivo di questa decisione sarebbe dovuto ai limiti di velocità e precisione riscontrati nel riconoscimento dell’iride. Con l’aiuto della fotocamera anteriore nel riconoscere il volto dell’utente invece i tempi di sblocco del telefono risulterebbero inferiori agli 0,01 secondi.

Stando alla fonte si tratta però di una funzionalità ancora in fase di test.
Resta poi da capire se quella utilizzata da Samsung sarà una tecnologia più avanzata rispetto a quella attuale presente nella maggior parte dei dispositivi android, che è ben lontana dall’essere veloce, precisa e sicura.

Voi che ne pensate?

 

via theinvestor.co.kr