I Galaxy S8 ritenuti gli smartphone più fragili della Samsung. Alla prima caduta lo schermo può già frantumarsi

A chi non è mai caduto almeno una volta per terra il proprio smartphone nonostante tutte le attenzioni possibili?
Nella maggior parte dei casi il danno più grave sono soltanto dei graffi alla scocca, ma con i Galaxy S8 non aspettatevi la stessa fortuna.

Sono infatti sempre di più le analisi di aziende specializzate che ritengono gli ultimi top di gamma della Samsung gli smartphone più fragili, con una sola caduta che può già mandare in frantumi il vetro del display o quello della scocca posteriore.

Tra quelle più note ad aver bocciato la loro resistenza ci sono ad esempio l’americana SquareTrade e la tedesca test.de, che nei vari drop test eseguiti hanno rilevato un’elevata fragilità degli angoli a causa del loro particolare design e dell’Infinity display.

S8 is the first phone we’ve tested that’s cracked on the first drop on ALL sides
(SquareTrade)

Ulteriori conferme arrivano poi da vari laboratori americani specializzati nelle riparazioni di dispositivi mobile, che con i Galaxy S8 hanno già fiutato l’affare anche grazie al minor costo delle parti di ricambio.
In molti casi infatti i prezzi che riescono a praticare agli utenti risultano più bassi delle varie polizze di assicurazione che solitamente vengono proposte negli store quando si acquista il telefono.

Molti hanno dichiarato addirittura che le prime chiamate per far riparare i display dei Galaxy S8 sono arrivate dopo neanche 24 ore di distanza dall’apertura delle vendite e che a tutt’oggi rappresentano i modelli di smartphone più costantemente presenti all’interno dei loro laboratori.

 

via motherboard.vice.com