Addio per sempre TouchWiz, benvenuta Samsung Experience. Di cosa si tratta?

Il termine “Samsung Experience” nei Galaxy è apparso per la prima volta lo scorso anno in occasione del programma di beta testing pubblico di Android Nougat dei Galaxy S7 ed è poi stato presente in tutti i nuovi modelli successivi.
E’ soltanto però con il lancio di Android Oreo per i Galaxy S8 che Samsung ha iniziato ad utilizzarlo apertamente.

Ma di cosa si tratta esattamente?

Samsung Experience non è altro che il nuovo nome che la società koreana ha dato alla sua personalizzazione software, quella che un tempo veniva chiamata comunemente TouchWiz.

Come sapete la personalizzazione del sistema operativo Android della Samsung va oltre ad un semplice launcher in quanto si estende a tutta l’interfaccia del telefono e prevede anche diverse funzionalità.

Lo scopo della Samsung Experience è quello di offrire agli utenti uno stile unico e coerente per tutto il sistema, le applicazioni e i vari servizi creati per loro.

Un processo in verità che era già iniziato con le ultime versioni della TouchWiz, ma che ora identificherà tutti gli smartphone e tablet Android della famiglia Galaxy.

La Samsung Experience è caratterizzata anche da un numero che la distingue da tutte le altre versioni (potete trovarlo nelle impostazioni di sistema all’interno del menù Informazioni sul telefono > Informazioni software ).

Ad oggi le versioni rilasciate sono tre e tutte accompagnano una specifica release di Android.

Nougat 7.0 -> Samsung Experience 8.1
Nougat 7.1 -> Samsung Experience 8.5
Oreo 8.0 -> Samsung Experience 9.0

Il termine TouchWiz è quindi destinato a sparire per sempre. Al momento viene ancora utilizzato da Samsung per identificare il launcher predefinito dei Galaxy, ma a partire da Android Oreo anche quest’ultimo è chiamato Samsung Experience.

nougat 7.1.1 / oreo 8.0

 

Voi siete tra i sostenitori o i detrattori della personalizzazione software della Samsung? E perché?