Ecco come funziona il sistema di raffreddamento Heat Pipe dei Galaxy S7 per limitare il surriscaldamento durante l’uso

Sebbene dal punto di vista estetico i Galaxy S7 possano sembrare uguali ai Galaxy S6, in realtà i cambiamenti che sono presenti al loro interno sono tanti.

Tra questi troviamo anche un particolare sistema di raffreddamento studiato da Samsung in maniera specifica per questi modelli che dovrebbe contribuire a ridurre in maniera decisa il surriscaldamento durante l’utilizzo.

samsung galaxy s7 heat pipe

Solitamente in uno smartphone quando si raggiungono determinate temperature il clock della CPU viene ridotto per evitare un eccessivo accumulo di calore.

Per cercare di assicurare però all’utente sempre le massime prestazioni possibili e sfruttare adeguatamente la potenza del nuovo processore dei Galaxy S7 (sia le versioni Exynos 8890 che Snapdragon 820), gli ingegneri Samsung si sono affidati ad un sistema chiamato Heat Pipe.

heat pipe galaxy s7

Si tratta di un piccolissimo tubicino dal diametro di soli 0,4 mm e dallo spessore di 0,2 mm (il più sottile sul mercato oggi) con una struttura in metallo porosa dove all’interno è presente dell’acqua.

heat pipe samsung

L’acqua assorbendo il calore prodotto dai vari chip della scheda madre evapora e il vapore generato viene trasportato lungo il condotto verso zone più fredde (probabilmente a contatto con il metallo del telaio dello smartphone).
Qui viene poi ritrasformato in liquido in modo che il ciclo possa iniziare da capo.

sistema raffreddamento galaxy s7

Un sistema che secondo Samsung dovrebbe garantire una conducibilità termica più di 50 volte superiore a quella del semplice rame.

E tutto questo senza compromettere eccessivamente le dimensioni dei Galaxy S7.
Ovviamente oltre a questa soluzione hardware non mancano neanche algoritmi software che tramite il controllo della corrente riducono la generazione del calore.

 

fonte samsung