twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ago 112016
 

E cosi neppure con il Galaxy Note 7 sarà possibile godere su uno smartphone Galaxy dei benefici del più recente standard per la ricarica rapida Quick Charge 3.0.

Anche con il suo ultimo top di gamma infatti Samsung ha preferito confermare la più vecchia tecnologia Quick charge 2.0 (ribattezzata fast charging) introdotta per la prima volta con il Note 4.

Ricordiamo che mentre lo standard QC 2.0 permette di ricaricare una batteria da 0 al 50% in circa 30 minuti, con il QC 3.0 è possibile arrivare con soli 5 minuti di attesa in più a ben l’80%.

quick charge 3 standard

In compenso chi passerà al Note 7 troverà la nuova porta USB di tipo C, completamente simmetrica e quindi con un connettore che può essere inserito senza preoccuparsi del verso.

note 7 usb type c

Purtroppo però ancora oggi non è affatto chiaro quale sia realmente lo standard scelto da Samsung per la porta USB del suo ultimo top di gamma.

Tutti hanno dato per scontato che possa trattarsi dell’USB 3.0, ma stranamente sia in fase di presentazione che in tutte le locandine pubblicitarie questo particolare è stato del tutto omesso.

Come se non bastasse alcune specifiche presenti nel sito ufficiale del produttore parlano di USB 3.1.

note 7 usb 3.1

Altre invece addirittura del vecchissimo standard USB 2.0.

note 7 usb 2.0

A questo punto per esserne completamente sicuri non resta che attendere i primi teardown del prodotto, sperando che Samsung in uno smartphone quasi perfetto non abbia trascurato questo piccolo particolare.

 

  • Vorrei ricordare che quanto più la carica della batteria è “veloce” (=rapida) più è deleteria per la stessa batteria, in alcuni casi può addirittura dimezzarne la “vita”. Personalmente carico il telefono la notte con un caricatore di un Galaxy s2 oltre ovviamente ad aver disattivato dalle impostazioni la ricarica rapida.
    Poi, ovviamente, ognuno fa come crede.

    • massimo

      mi sembra giusto.
      la ricarica rapida serve solamente per emergenza e non per uso normale.
      poi oggi uno smartphone ti permette di arrivare a sera tranquillamente,
      e senza compromettere la batteria che oggi la tendenza è quella di non renderla sostituibile.

    • Fabio

      Oltretutto con la ricarica rapida si riscalderà sicuramente molto di più. La varta ad esempio ha fatto un caricatore per batterie stilo AA e AAA che ricarica in 10 minuti. Ma sotto le batterie ha messo una ventola!

    • emiliano

      Giustissimo.

  • LucaS5

    Riusciranno mai a darci un prodotto completo?
    Ogni dispositivo viene sbandierato all’uscita come il miglior dispositivo di sempre per far salire l’hype o la scimmia che dir si voglia, salvo poi accorgersi che manca sempre qualcosa per arrivare alla perfezione.
    Lo fanno apposta. Punto.

    Che senso ha creare questa confusione prima della vendita? Per vendere di meno?

    • Tiwi

      secondo me, l’anno prossimo, quando la concorrenza con iphone (e gli altri android) sarà più agguerrita..quest’anno purtroppo samsung sapeva di far bene anche facendo il minimo..
      htc-sony-lg hanno fatto schifo..solo huawei è riuscito a fare meglio dei precedenti..e anche iphone non stupirà..cosi hanno fatto un note7 molto simile ad s7..
      almeno io la vedo cosi

  • [email protected]

    Passi il quick charge 3 perché tanto ormai uso solo la ricarica ad induzione, ma la porta usb 2.0 è ridicola soprattutto se accoppiata al type c che a questo punto non serve a niente!!

  • Comeunacatapulta

    Fanno così perché sennò su s8 che mettono?

    • Tiwi

      secondo me si sono tenuti dentro qualcosa, non tanto per s8, quanto per note 8, che se la vedrà con iphone 2017

    • Comeunacatapulta

      La rivalità con iPhone non dovrebbero manco esserci per me visto che i Galaxy al momento sono superiori

    • Tiwi

      appunto..sono superiori già cosi come sono..non aveva senso, a livello di marketing e vendite, mettere ora 6gb di ram, schermo 4k, etc..ci si tiene tutto per il prossimo anno, spero..
      in ogni caso, se sarà cosi, si vedrà 😀

  • Tersicore1976

    Se vendevano da noi il Note 5 era il momento per cambiare. Salvo per la funzione di notifica a display spento, avrebbe ricevuto molte novità software con Android 7.0… E nonnvaleva la pena pre dere il Note 7…

  • Tiwi

    tante innovazioni annunciate..ma poche alla fine (o almeno cosi pare), sono state realmente utilizzate..e in tutto questo, non vorrei che samsung, in vista del prossimo lancio dell’iphone del decennale, si sia tenuta qualche cartuccia in canna, qualche chicca da rilasciare il prossimo anno, quando dovrà vedersela con gli iphone, che a quanto pare saranno rinnovati in tutto..

    quest’anno la concorrenza non si è avvicinata al livello di S7, e gli iphone pare deluderanno molti xk saranno uguali ai precedenti..quindi, secondo me, con il note 7 sono andati tranquilli, proponendo di fatto un s7 edge con pennino..

    e seppur sbagliato (nei confronti degli utenti), magari l’anno prossimo presenteranno vere e proprio novità..

    mi piace vederla cosi, e sperare in un 2017 in cui i note torneranno ad essere i top indiscussi ;D

  • Daniele Lanza

    Intanto da noi arriva la versione con Exynos per cui della Quick Charge di Qualcomm ci frega ben poco