twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ott 082016
 

In attesa che le indagini avviate dalla US Consumer Product Safety Commission (CPSC) e dalla Federal Aviation Administration (FAA) sul Note 7 andato in fiamme su un aereo americano giungano ad una conclusione, i maggiori operatori telefonici degli Stati Uniti hanno già iniziato a cautelarsi.

Nelle ultime ore infatti AT&T, Sprint, T-Mobile e Verizon hanno tutte avviato un programma volontario di sostituzione del Note 7 che questa volta riguarda pure coloro in possesso di un’unità ritenuta da Samsung sicura, un modo per tranquillizzare i tanti clienti preoccupati dagli ultimi incidenti.

La sostituzione può essere effettuata con un qualsiasi altro smartphone, anche di un produttore diverso da Samsung, e in alcuni casi è possibile ottenere pure un rimborso in denaro.

note-7-acqua

Ma le cose potrebbero presto andare peggio. Secondo una fonte interna, l’operatore AT&T starebbe pensando addirittura di ritirare definitivamente i Note 7 dal mercato perché ritenuto ormai un prodotto poco affidabile.

Se la decisione venisse confermata (lo sapremo entro la fine della prossima settimana) per Samsung sarebbe veramente un duro colpo, anche perché poi seguirebbero a ruota tutti gli altri operatori e il successo del nuovo phablet nel mercato americano a questo punto sarebbe definitivamente compromesso.

Speriamo soltanto che l’intera vicenda si concluda nel migliore dei modi, anche perché ad oggi il Note 7 rimane lo smartphone più avanzato sul mercato e nessun altro produttore è stato ancora capace di proporre una valida alternativa.

 

via recode.net, bloomberg.com