twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ago 242016
 

Fortunatamente oggi la personalizzazione del software dei Galaxy da parte degli operatori telefonici è quasi inesistente o, tutt’al più, si riduce solamente ad un paio di applicazioni.

Così però non è per gli utenti americani, in particolare quelli di Verizon, una delle compagnie più aggressive quando si parla di brandizzazione.

note 7 verizon

Coloro infatti che hanno deciso di acquistare tramite una delle sue offerte l’ultimo Note 7 si sono trovati con uno smartphone addirittura snaturato rispetto a quello proposto da Samsung, con varie funzionalità mancanti e addirittura una grafica in parte diversa.

Innanzitutto Verizon ha rimosso del tutto il nuovo servizio Samsung Cloud, proponendo una sua versione del cloud con solamente però 5 GB di spazio gratuito anziché 15 GB.

Note 7 Verizon – Note 7
note 7 brand verizon 1

Incomprensibile la scelta di proporre per il menù di impostazioni di sistema la vecchia grafica e layout, molto più confusionario.

Note 7 Verizon – Note 7
note 7 brand verizon 2

Sparita anche l’area dei suggerimenti nelle singole schermate delle impostazioni.

Note 7 Verizon – Note 7
note 7 brand verizon 3

Nei Note 7 di Verizon non esiste neanche Smart Manager, il pannello Samsung dedicato alle statistiche della batteria, delle memorie e con i vari tool di pulizia della RAM e dei file inutilizzati.

Note 7 Verizon – Note 7
note 7 brand verizon 4

Tra le altre funzionalità sparite troviamo pure Samsung Pay su cui la società koreana ha puntato molto (al suo posto Verizon ha preferito Android Pay di Google), varie opzioni legate alle gesture (es. screenshot con un palmo della mano), il riavvio automatico e altre piccole cose ancora.

Una decisione che ha infastidito molto i suoi utenti, che alla fine si sono ritrovati tra le mani uno smartphone diverso da quello che aveva mostrato Samsung.

Voi avreste tollerato una cosa del genere?

via droid-life.com