twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 122016
 

Non si fermano le brutte notizie riguardanti il Galaxy Note 7, uno smartphone che fino a poche settimane fa faceva parlare di sé solamente per le sue caratteristiche hardware e le potenzialità software offerte, ma che ora si è trasformato per molti in un vero e proprio incubo, soprattutto per i vertici Samsung.

Dopo il nuovo comunicato emesso dalla società koreana nella giornata di sabato che ha sottolineato l’urgenza del richiamo, oggi i mercati hanno evidenziato la sfiducia negli investitori nei confronti dell’intera vicenda.

Le azioni della Samsung Electronics hanno fatto registrare il più grande crollo dal 2008, con ben un -10,6% in due giorni causando una perdita di oltre 22 miliardi di dollari.

samsung azioni note 7 1109

Colpa probabilmente anche dell’atto di richiamo ufficiale della U.S. Consumer Product Safety Commission, che di fatto negli Stati Uniti rende illegale la vendita dei Note 7, e dell’aumento del numero di compagnie aeree che proibiscono l’utilizzo sui loro aerei del dispositivo (fino ad oggi si parla della United Airlines, Alaska Airlines, Delta Air LinesThai Airways, Singapore Airlines, Qantas Airways, Jetstar Airways, Virgin Australia Airlines, China Airlines, TransAsia Airways, Tigerair and Scandinavian Airlines Japan airline e UAE airline).

note 7 ban aerei

E intanto sono ormai quotidiani i casi noti di esplosioni della batteria del Note 7.
L’ultimo ha purtroppo coinvolto anche un bambino di 6 anni a New York, proprio mentre lo stava tenendo in mano per guardare un video.

Come riportato dal New York Post la famiglia ha subito chiamato il 911 che lo ha poi portato al Downstate Medical Center per le cure necessarie. Fortunatamente ora il bambino è già a casa e la famiglia in contatto con Samsung, ma in futuro non ne vogliono più sapere di telefoni.

Sempre per quanto riguarda il Note 7, ieri è circolata sul web una voce inventata da un utente su Reddit secondo cui Samsung in Francia dopo il 30 dicembre avrebbe disattivato da remoto tutte le unità non restituite.
Una notizia infondata e smentita proprio qualche instante fa dalla società koreana attraverso androidcentral.com, ribadendo che le linee guida ufficiali vengono diffuse soltanto attraverso i suoi siti.

note 7 colori esposizione

Secondo una fonte interna dell’agenzia koreana Yonhap News, la prima ad aver anticipato il caso del Note 7, Samsung per ora si affiderà solamente alle batterie prodotte dall’azienda cinese ATL (la stessa che rifornisce Apple per i suoi iPhone), ordinandone altre 4 milioni che verranno utilizzate per le nuove unità in arrivo sui mercati nelle prossime settimane.

Inoltre per ridurre al minimo i disagi ai clienti, in alcuni mercati (ma non quelli europei) Samsung ha dato la possibilità di scambiare l’ordine del Note 7 con un Galaxy S7 o Galaxy S7 Edge (ad esempio negli USA), oppure per il periodo di attesa previsto degli smartphone in prestito (Galaxy J o anche Galaxy A7 in Turchia).

 

Qui tutti gli altri articoli sul ritiro del Note 7.

 

via bloomberg.combusinesskorea.co.kr, nypost.comyonhapnews.co.kr, sammobile.com

  • Tersicore1976

    Ogni commento ormai è inutile. Samsung ha perso soldi, clienti, fiducia. Più di così non può “scendere”. Che un utente lo sappia e lo tenga acceso, che lo ignori e lo usi, poco cambia. Come ho detto; nella sfortuna del problema, c’è la fortuna che in Europa hanno spedito pochi pezzi.
    Però quello che vorrei capire è questo: fanno i test sui prototipo, ma sulle produzioni invece nulla??? Cioè, se dopo 100 cicli la batteria perdeva il 30% dovevano essere gli utenti a segnalarlo, e loro non ci avrebbero creduto fino a quando… già fino a quando? I problemi di produzione possoni emergere anche dopo mesi. Problemimalle antenne, al pulsante Home, alle corcini che si scrostavano ecc… Non possono tenere 100 modelli di ogni produzione sotto controllo? Con tutti i soldi che hanno potrebbero fare una cosa del genere… Si sarebbero subito accorti che qualcosa non andava, e magari non l’avrebbero neppure venduto in Usa e negli altri mercati… Facciamo noi da cavia, la verita è questa.

    • Vincent Ammattatelli

      Ma guarda…. io lavoro per una grossa multinazionale che produce prodotti destinati appunto ai consumatori.
      Ti dirò, oltre tutto faccio parte del gruppo che si occupa proprio dei test destinati all’elettronica (Sia normativi che qualitativi).
      Il problema è generale per un po’ tutti (tutte le grosse ditte intendo) e per tutti i settori. I tempi per produrre si accorciano e le richieste aumentano. I test poi, occupano davvero tanto tempo di quello destinato allo sviluppo e a volte non si riesce a lavorare come si dovrebbe ma ti assicuro che si fa il possibile perché certe cose non accadano.
      Ma alla fine, qualcosa scappa sempre e anche se i test li hai fatti tutti e hai anche fatto una buona campagna di “field test” non sempre catturi errori che potrebbero verificarsi poi durante la produzione di massa.
      Con questo non sto giustificando l’accaduto ma neanche lo condanno.
      Tutto qui

    • franky29

      Boh io non ci credo ancora è assurdo che hanno fatto tutti i test e poi il telefono esplode

    • Nippojin

      Lui ha detto sì che fanno tutti i test del caso ma…per ovvie ragioni, del tempo che realmente serve hanno stretto di molto il tempo di test.. perché?
      la ggente ha la scimmia forte il mercato ormai è King Kong in persona e i test diventano utili quanto un preservativo bucato…

    • Vincent Ammattatelli

      Come ho scritto in risposta a Nippojin, le cose che possono accadere durante una produzione di un oggetto come un cellulare sono davvero tante. E possibile che il problema alle batterie sia da imputare ad una partita fallata di “materiali” e non ad un problema di progettazione. Oppure un difetto di produzione ad una e sola singola catena produttiva su magari 40 o 50. Capisci che in quel caso diventa anche difficile capirlo per tempo. Proprio perché devi avere la “fortuna” di fare un test di fine linea o un così detto Burning proprio ad uno dei prodotti che hanno quel difetto. E magari un test di fine linea non lo rivela neanche…. E così via.
      Non è facile e non credo neanche che quelli di Samsung siano degli sprovveduti. E’ successo e poteva capitare a chiunque.
      Secondo il tuo criterio allora Apple col famoso Antenna-Gate non avevano mai preso in mano un telefono per farci una chiamata? Beh, li in effetti sono stati un poco stupidi…. 🙂 Ma hanno corso subito ai ripari e hanno fatto sparire dal mercato in poco tempo quel modello. La cosa però è un poco diversa. Ho sbagliato esempio. Scusa

    • Tersicore1976

      Forse mi sono espresso male. Intendevo questo. Spesso i difetti emergono dopo mesi. Come cornici che sci scrostano, difetti allo schermo, pulenti “ballerini”, ecc… In questi casi, il difetto non da imputare a uso improprio, ma e’ un difetto di fabbricazione che c’è dalla nasciate ma emerge nella “lunga distanza”. Spesso ci sono molti utenti che ne soffrono, ma i produttori fanno finta di nulla, per loro sono casi isolati, non avendo avuto riscontro.
      Non si fidano degli utenti che segnalano problemi.
      Se dessero i prodotti appena usciti ai loro dipendenti “tester” (progettisti) questi ai accorgerebbero di problemi che emergerebbero magari dopo mesi… Nel caso di Note 7 se ne sarebbero accorti dopo qualche giorno, massimo due settimane. Possibile che nessuno dei Note 7 che qualcuno in Samsung usava sicuramente abbia avuto questo problema? Ok può essere, ma creare un programma di test continuo almeno per i primi mesi per un Top di Gamma, da monitorare che il tutto finzioni senza problemi potrebbero farlo. Come hai detto poi in produzione possono esserci problemi. Dovevano mettere in test dei campioni ramdom dei Note 7. Anche solo degli script per vedere se si surriscaldava nel normale uso, o se quando connesso sotto 4G… Magari c’erano problemi minori, che avevano già gli utenti avrebbero protestato. Invece fanno il prototipo, produzione e via, sul mercato. Un aggiornamento migliorativo, poi un firmware peggiore e quello successivo pessimo. Quello dopo nulla. Quello che mi fa specie è che tra 24 mesi, forse meno il Note 7 sarò già dimenticato per il Note 9…

    • Vincent Ammattatelli

      Ma, in realtà le cose che possono accadere sono tante. Di certo la produzione di un cellulare come questo ha un numero infinito di incognite.
      Ad esempio, una delle cose che potrebbe esser accaduta è che il processo produttivo delle batterie sia ok ma che abbiano incontrato un batch di materiali che ha portato alla produzione di un considerevole numero di batterie fallate. Oppure è solo una catena di produzione su tante che aveva un difetto di processo e adesso giustamente per questioni di immagine e sicurezza stanno richiamando tutti i prodotti. Anche perché credo che neppure loro abbiano il modo di identificare con sicurezza quali siano le batterie fallate. Naturalmente intendo quelle prodotte dalla succursale Samsung.
      Nel senso che probabilmente non sono tutte “fallate” neanche quelle ma solo una minima parte. Il problema è che probabilmente non hanno trovato ancora il modo di distinguerle proprio perché il problema è occorso in maniera inaspettata.
      Il discorso dei “Beta tester” coi propri dipendenti… Quello si fa e come. Ma anche li, ci sono problemi di fondo. Noi stessi (intendo io e i miei colleghi) quando proviamo un prodotto lo proviamo in maniera “ingegneristica”. Nel senso che sappiamo come funziona e cosa aspettarci. In questo modo, spesso ci scappano delle fesserie a livello di “Usability” da parte dell’utente. Questo è un esempio…
      Comunque, SAMSUNG sto giro ne uscirà con le ossa rotte. Le ci vorranno almeno 3 o 4 anni per riprendersi. E se prima gongolavo un po’ nell’idea di comprarmi in offertazza il Note 7 a Natale….. adesso ne sono sempre meno convinto. Probabilmente Samsung farà morire questo device anche più velocemente di quanto abbia fatto col mio Note 3. Anche solo per una questione di immagine. Dunque, adesso come adesso il Note 7 è il peggior acquisto che si possa fare. Sarà marchiato a vita e anche abbandonato il più presto possibile per far dimenticare la cosa.
      Un vero peccato. 🙁

  • Luca

    oggi il corriere è venuto a ritirare il Note 7 difettoso ….. quasi quasi per come sta andando la vicenda era il caso di conservarlo, magari fra qualche anno varrà migliaia di € visto che sarà una rarità (sempre se non esplode prima) ………. vabbè attendo quello nuovo, sperando che sia spedito come hanno detto dal 19.

    • Nippojin

      Non si tratta di qualcosa di miracoloso che tra qualche anno varrà chissà quanto…non vale niente oggi figurati in futuro…qui il problema è che devono stare attenti a ciò che fanno e soprattutto la sicurezza viene prima di tutto.
      Un hardware fatto come fanno oggi giorno che pur di avere l’ultima utile inutilità si sfornano telefoni di centinaia di euro che la gente compra ormai per vizio che per utilità reale,non vale niente secondo me…
      Questi smartphone odierni sono prototipi di vecchi prototipi ma che non hanno niente di sicuro e testato GARANTITO..e non escludo altri marchi.

    • Agatha90

      Per curiosità, a te hanno fornito un’etichetta di spedizione o almeno ti hanno detto quale corriere sarebbe passato per il ritiro? A me hanno solo detto che ritirano domani ma non mi hanno fatto sapere altro.

    • emiliano

      Idem mi hanno mandato solo la mail che domani passerà il corriere a ritirare il pacco, senza etichetta senza specificare il corriere.

    • Luca

      A me è arrivata una mail dalla Samsung che mi comunicava il giorno del ritiro da parte del corriere. Poi il corriere è arrivato un giorno prima. Quindi arriverà una mail anche a te. A me è arrivata dopo 4 giorni che avevo chiesto il cambio.

  • stambeccuccio

    Riporto quanto già scritto…
    .

    • Luca

      Una cosa del genere, anche se sarebbe un sogno per noi consumatori, è del tutto impossibile: se vendessero il note 7 a 500€, con addirittura 200 € di rimborso per i possessori di un precedente note (diversi milioni), a quanto dovrebbero vendere gli S7-S7edge-S6 edge+ e via via scorrendo la gamma verso il basso? Se abbassi così drasticamente il prezzo del top di gamma assoluto, tutto il resto della gamma deve abbassarsi di conseguenza, se no chi lo compra per esempio un S7 edge a 560-570 online quando trovi il note 7 a 500 di listinoUFFICIALE, che poi vorrebbe dire trovarlo online anche a meno….

    • Luca

      non sono d’accordo, io ho confermato l’acquisto e anche l’anno prossimo continuerò a comprare samsung. Non vedo perchè no.

    • stambeccuccio

      Puoi tranquillamente essere non d’accordo, ma mi auguro proprio che invece venga fatto come ho auspicato.

      E’ ovvio che tu che hai comprato il Note 7 in anteprima non sei d’accordo perché l’hai pagato a prezzo pieno, nonostante (se ricordo bene) in questo eccellente forum molti consigliarono di non comprarlo al “day one” sia perché il prezzo di lancio era elevato e sia perché andava prima verificato che il nuovo dispositivo non avesse problemi (questo lo scrissi pure io).

      Io, se avessi fatto “‘l’errore” che secondo me hai fatto tu perché preso dalla scimmia della tecnologia (cosa comprensibilissima), quanto meno non avrei confermato l’ordine e mi sarei ripreso indietro tutti i miei soldi … e avrei aspettato fino a quando tutta questa storia si chiarisse, si ragionasse a bocce ferme e senza il disagio che questa storia sta creando (gente che non ha più un telefono e costretta a stare senza o comprare altro).

      E quando questo succederà, magari già il mese prossimo, sicuramente avresti risparmiato qualche soldo ed avresti maggiore sicurezza e soddisfazione oltre alla libertà di scelta senza essere vincolato.

      Tu adesso corri solo il rischio di aver pagato tanto per un device che in pochissimo tempo verrà venduto a molto meno.

      Per quando riguardo il futuro: certo che puoi continuare a comprare Samsung nessuno ha mai detto il contrario.

      Io sto solo parlando di questo episodio del Note 7 e non vorreri vederti già il mese prossimo, magari scrivere qui “frustrato” ed “incazzato” perché gli altri, a pochi giorni di distanza dal tuo, compreranno il Note 7 ad un prezzo molto più vantaggioso e senza disagi.

      Tutto qua 🙂

    • Luca

      Mi sa che c’è un equivoco, io non ho preso il note 7 (certo mi piacerebbe tantissimo, ma 800 e rotti euro sono veramente troppi), per ora mi tengo il mio note4! Certo sarei felicissimo se si avverasse quello che dici, prenderei il note 7 con 300€, un sogno, purtroppo però rimarrà un sogno….

    • stambeccuccio

      ..ma allora ci sono più Luchi?! :O 😀

    • Luca

      Mi sa proprio di si, l’altro è il fortunato possessore del note7, che se lo potuto permettere al day one, beato lui! Dico così perché ritengo che il note7 sia un ottimo terminale, e questi problemi della batteria, che sicuramente verranno velocemente risolti, non ne cambiano certo il valore e le potenzialità, magari potessi permettermi di prenderlo!

    • Blackesp

      Non sono d’accordo nemmeno io,,,,è ovvio che dal punto di vista del consumatore sarebbe l’ideale ma l’azienda ci rimetterebbe parecchio svalutando troppo non solo la serie note ma anche tutto il resto…più che altro io coglierei l’occasione per rivedere alcune dubbie scelte di mercato prese negli scorsi anni, sto pensando ad esempio ai note 5 che, almeno nel nostro paese, non possono essere riparati in garanzia, o ai note precedenti (il 4 e l’edge sopratutto) che potrebbero ricevere alcune delle migliorie software derivanti direttamente dal note 7…le soluzioni sono molteplici per “tenerti” i clienti e non perdere ulteriori soldi….poi, vabbè, ognuno la pensa e fa quel che vuole.

    • stambeccuccio

      Vedremo quale sarà la strategia Samsung per “tenersi” i clienti e soprattutto nei confronti di chi già possiede le precedenti serie Note.

      Io, cmq sto parlando di promozione non di svalutazione (che sarà quella consueta di ogni anno e forse un pochino di più) 😉

      D’altronde questo Note 7 ha lo stesso processore dell’S7 e non è, come invece avvenuto in passato, un qualcosa di nuovo rispetto al device presentato all’inizio dell’anno. Infatti molti parlano di un S7 con il pennino e con la batteria pure più piccola, gli anni scorsi nessuno ha mai detto e pensato così del nuovo Note rispetto alla serie S.

    • andrea55

      Se un processore è ancora ottimo perchè crearne uno nuovo?
      Anche Note 2 montava il processore di s3

    • stambeccuccio

      (?) Perchè tutti i processori sono ottimi fino all’arrivo del nuovo!

      Il concetto economico è che non hanno investito in un ulteriore miglioramento, ma hanno utilizzato un investimento già fatto.
      Non c’è un ulteriore costo per la produzione dei Note 7, come invece sarebbe stato se avesse montato un processore più aggiornato che già hanno pronto nei laboratori.

    • andrea55

      Un processore è ottimo in base alla sua longevità in prestazioni, il processore di s6 è ancora un top gamma a distanza di un anno , infatti anche Note 5 montava lo stesso processore e il processore di s7 è al momento il più potente aspettando la comparativa con A10.
      Quando un processore è lungimirante non è necessario sostituirlo ogni 6 mesi

  • M9quattro

    Mi è appena arrivata questa notifica, anche se ho un note 3, la rom e un porting del 7, deduco che a chi ha ancora n7 sia arrivata.
    Il link porta a: http://www.samsung.com/it/note7exchange/?cid=it_push_mobiletext_grace-reassurance_PRO_20160913

  • M9quattro

    Mi è arrivata questa notifica su note 3 con porting notes, quindi deduco che sia arrivata soprattutto a quelli con note f5

    • gp77

      Stessa notifica su s6 con rom note7

    • Grazie per la segnalazione 😉
      Hai l’account Samsung configurato, vero?

    • M9quattro

      Si si ho anche account samsung configurato.

    • Rob973

      posso chiederti che rom hai messo?

    • M9quattro

      Darklord note 7, va abbastanza bene.

  • Da possessore di note 4 e precedentemente 3 e 2 ,spero che questa vicenda serva a Samsung di lezione, affinché curi maggiormente la sua clientela. Mai come il note 4 ho trovato deludente gli aggiornamenti software, fortunatamente esiste il modding (quel poco che ne rimane).

    • !Giuseppe!

      Ti consiglio la dr ketan (mm, anche se è per 910G se leggi c’è anche il kernel per farla andare su 910F)…le ho provate tutte, ed è l’unica che non ha problemi gravi, a parte lo sblocco con impronta digitale che non va (ma in compenso c’è un’app preinstallata che te le fa bloccare una ad una).. Imposta da opzioni sviluppatore ridimensionamento animazione finestra a 0.5x (per evitare qualche strano scatto che ha aprendo i menù)
      Mi ci sto trovando davvero bene, serve un giorno intero per smanettarci e renderla il più stock possibile e installare i bugfix presenti nella cartella mega della rom, ma almeno ha un’interfaccia gradevole

  • Tiwi

    insomma..la storia è stata gestita veramente di [email protected]
    ora, bisogna vedere se, per cercare di riparare a questa situazione, ci daranno giù pesante con sconti ed offerte, oppure se procederanno normalmente, ripartendo con la vendita al prezzo classico…

  • assterixx

    Invece con gli u990 di Lg esplosii non ci fu tanto clamore.
    All epoca ero indeciso se prendere un u990 usato o il suo successore o rompere il salvadanaio e prendere il gs1.
    Un tizik della liguria me lo doveva spedire ma dopo una settimana lo contattai e lui si scusò xche mentre stava lavorando sentii un calore crescente sulla coscia , estrasse dalla tasca il lg e diventò bollente e lui lo buttò in terra ed esplose. Feci ricerca su internet e problemi di batteria e schermo x lg u990 li trovai. Scartai anche il suo successore cioè il renoir x problemi allo schermo e mi misi alla ricerca di qualche affare del gs1.