twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 122016
 

Non si fermano le brutte notizie riguardanti il Galaxy Note 7, uno smartphone che fino a poche settimane fa faceva parlare di sé solamente per le sue caratteristiche hardware e le potenzialità software offerte, ma che ora si è trasformato per molti in un vero e proprio incubo, soprattutto per i vertici Samsung.

Dopo il nuovo comunicato emesso dalla società koreana nella giornata di sabato che ha sottolineato l’urgenza del richiamo, oggi i mercati hanno evidenziato la sfiducia negli investitori nei confronti dell’intera vicenda.

Le azioni della Samsung Electronics hanno fatto registrare il più grande crollo dal 2008, con ben un -10,6% in due giorni causando una perdita di oltre 22 miliardi di dollari.

samsung azioni note 7 1109

Colpa probabilmente anche dell’atto di richiamo ufficiale della U.S. Consumer Product Safety Commission, che di fatto negli Stati Uniti rende illegale la vendita dei Note 7, e dell’aumento del numero di compagnie aeree che proibiscono l’utilizzo sui loro aerei del dispositivo (fino ad oggi si parla della United Airlines, Alaska Airlines, Delta Air LinesThai Airways, Singapore Airlines, Qantas Airways, Jetstar Airways, Virgin Australia Airlines, China Airlines, TransAsia Airways, Tigerair and Scandinavian Airlines Japan airline e UAE airline).

note 7 ban aerei

E intanto sono ormai quotidiani i casi noti di esplosioni della batteria del Note 7.
L’ultimo ha purtroppo coinvolto anche un bambino di 6 anni a New York, proprio mentre lo stava tenendo in mano per guardare un video.

Come riportato dal New York Post la famiglia ha subito chiamato il 911 che lo ha poi portato al Downstate Medical Center per le cure necessarie. Fortunatamente ora il bambino è già a casa e la famiglia in contatto con Samsung, ma in futuro non ne vogliono più sapere di telefoni.

Sempre per quanto riguarda il Note 7, ieri è circolata sul web una voce inventata da un utente su Reddit secondo cui Samsung in Francia dopo il 30 dicembre avrebbe disattivato da remoto tutte le unità non restituite.
Una notizia infondata e smentita proprio qualche instante fa dalla società koreana attraverso androidcentral.com, ribadendo che le linee guida ufficiali vengono diffuse soltanto attraverso i suoi siti.

note 7 colori esposizione

Secondo una fonte interna dell’agenzia koreana Yonhap News, la prima ad aver anticipato il caso del Note 7, Samsung per ora si affiderà solamente alle batterie prodotte dall’azienda cinese ATL (la stessa che rifornisce Apple per i suoi iPhone), ordinandone altre 4 milioni che verranno utilizzate per le nuove unità in arrivo sui mercati nelle prossime settimane.

Inoltre per ridurre al minimo i disagi ai clienti, in alcuni mercati (ma non quelli europei) Samsung ha dato la possibilità di scambiare l’ordine del Note 7 con un Galaxy S7 o Galaxy S7 Edge (ad esempio negli USA), oppure per il periodo di attesa previsto degli smartphone in prestito (Galaxy J o anche Galaxy A7 in Turchia).

 

Qui tutti gli altri articoli sul ritiro del Note 7.

 

via bloomberg.combusinesskorea.co.kr, nypost.comyonhapnews.co.kr, sammobile.com