twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ago 182016
 

Il Galaxy Note 7 è il primo smartphone in commercio ad essere protetto dal nuovo vetro Gorilla Glass 5 presentato da Corning soltanto poche settimane fa.

Secondo la casa produttrice la sua resistenza dovrebbe essere maggiore rispetto ai Gorilla Glass delle passate generazioni, ma è veramente così?

A tentare di rispondere a questa domanda ci ha pensato JerryRigEverything, un ragazzo molto noto su Youtube per i suoi scratch test che cercano di misurare in maniera rigorosa, per quanto possibile, il livello di resistenza dei materiali degli smartphone.

Nella prima parte del video (0:44 – 1:58) l’autore si serve di alcuni punteruoli per graffiare il vetro dello schermo seguendo una determinata scala di durezza, la stessa usata per altri smartphone.

galaxy note 7 test graffi

Ebbene nel vetro del Note 7 i graffi permanenti iniziano ad apparire al livello 3, risultando quindi molto meno resistente rispetto agli altri smartphone testati da JerryRigEverything dove i primi graffi facevano la loro comparsa dal livello 5 in poi (nel Galaxy S7 dal 6).

note 7 graffi vetro

Nella parte centrale del video (2:05 – 2:36) viene messo alla prova anche il tasto home, incapace di riconoscere le impronte digitali una volta graffiato (al contrario del sensore presente sui prodotti concorrenti che solitamente è protetto dal vetro).

note 7 graffi tasto home

Il filmato prosegue dimostrando (2:38 – 2:49) che il telaio utilizzato sul Note 7 è veramente in metallo, così come tutti i pulsanti laterali.

note 7 graffi telaio

La fotocamera posteriore (2:50 – 3:07) è protetta da un vero vetro in grado di resistere ai graffi, ma purtroppo quello del flash led accanto è soltanto semplice plastica.

galaxy note 7 test fotocamera

Così come la S Pen (3:15 – 3:26), purtroppo interamente in plastica.

spen note 7 plastica

E ai graffi non sfugge neppure il vetro a copertura della parte posteriore (3:26 – 3:31).

Ecco il video completo:

E di seguito quello effettuato a suo tempo sul Galaxy S7 Edge.

Alla luce di questi test voi consigliereste una pellicola protettiva?

  • andrea55

    Cosa avevo detto? Ogni volta che viene prodotto un nuovo vetro viene ostentata la sua resistenza (alle cadute) ma della resistenza ai graffi non se ne parla mai, cosa chedovrebbe essere lo scopo primario del vetro.
    Più un vetro resiste alle cadute più è tenero e quindi vulnerabie ai graffi, ingannevole pubblicizzare il contrario, Gorilla glass 2 resisteva meglio ai graffi rispetto al 4 però si rompeva più facilmente ed era più spesso e così anche questa quinta versione.

  • Andrea Borghini

    AHAHAHAHAHAHAHA, ma quando lo dico io tutti a dire che vorrebbero il gorilla glass anche per le lampadine del comodino

  • Si vis pacem, para bellum

    Questa apparente tendenza a sacrificare la resistenza ai graffi per quella alle cadute è veramente stupida, specie in considerazione di:
    1. un sacco di gente usa custodie mentre poca e sempre meno usa pellicole
    2. la resistenza alle cadute è già buona da parecchi anni mentre quella ai graffi è ancora da migliorare

    Personalmente non ho MAI usato custodie e non uso più pellicole per lo schermo dal primo Gorilla Glass ed in questi anni ogni singolo smartphone che ho avuto (Galaxy S, SII, Note, Note II, Note 3) mi è caduto almeno un paio di volte e non si è MAI rotto nulla. I graffi sul display non sono mai stati profondi ma piuttosto “micrograffi” visibili solo a determinate angolazioni ed in determinate condizioni di luce. Il Note 3 addirittura (che è quello che ho usato di gran lunga più degli altri, ormai siamo ad oltre 2 anni e mezzo) non ne ha affatto!!

    Se questo video è veritiero hanno fatto degli ENORMI passi indietro! E sarebbe meglio tornare al Gorilla Glass 3 o 4!!

    • Mario1996

      Beato te! A me il Note 3 con 30cm di caduta si è procurato un solco profondo mezzo mm…

    • Si vis pacem, para bellum

      Eh nelle cadute purtroppo è sempre fondamentale l’angolazione dell’impatto… 30cm comunque sei stato davvero sfortunato.

    • andrea55

      Lo scopo primario del vetro è evitare la pellicola, veramente assurdi questi ultimi vetri

  • Tiwi

    la pellicola sarà d’obbligo..vedremo per la custodia!
    spero solo di trovare pellicole che funzionino con l’edge, visti i risultati scandalosi con s6 edge

  • Tersicore1976

    Quando è uscito S6 c’è stato un problema a molti schermi: Se si usavano le “cover Clear View” originali Samsung, dopo poche settimane rimanevano dei segni, dei “puntini” dovuti alla polvere che rimaneva tra schermo e sportello della cover. Ebbene la spiegazione era che non era il vetro a rovinarsi, cosa impossibile, ma era la pellicola “oleofobica” messa, per evitare che restassero “le ditate” sullo schermo. Credo che queste pellicole vengano messe ancora, facciano parte del processo produttivo. Chi lo dice che questi segni siano del vetro, e non della pellicola? Queste pellicole sono talmente sottili e messe con un processo particolare, che è impossibile toglierle per fare un ulteriore controllo. Quindi secondo me è da fare chiarezza su questo punto. SI rovina il vetro o si rovina la pellicola?
    Meno male che hanno messo il vetro dietro all’obiettivo, quello del Note 4 è di plastica, e cambiarlo costa 126 euro + IVA.

    http://www.androidgalaxys.net/news-galaxy-s6/problema-graffi-galaxy-s6-cover/

    • Cristiano Cento

      Beh ma se queste pellicole non si possono togliere la sostanza non cambia…che sia il vetro o la pellicola si rischia di trovarsi il telefono graffiato troppo facilmente.

    • speravo non capitasse con le cover originali, ma confermo il problema…mi è capitato con una cover di buona qualita’ con le cuciture interne al porta carta di credito dentro alla flip e ha rigato lo schermo stampando sulla parte oleofobica asportandola a mo di striscio….

      Pulendo lo schermo tornava intatto e dava la sensazione di graffiato una volta di nuovo sporco.