twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ott 062016
 

Forse non avrà davvero mai fine la sfortunata vicenda che sta coinvolgendo i Galaxy Note 7.

Dopo le compagnie aree di gran parte dei paesi (Alitalia compresa) e l‘autorità di gestione dei trasporti pubblici dello stato di New York, ora a bannare gli ultimi phablet della Samsung ci hanno pensato addirittura le compagnie di navi da crociera.

Come rivelato dal The Telegraph la decisione è stata presa da tutti i più importanti gruppi al mondo, tra cui Carnival, Costa Crociere, Cunard, Disney Cruise Line, Fathom, Holland America Line, Princess Cruises, P&O Cruses, Royal Caribbean e Seabourn.

note-7-ban-navi-crociera

Il ban riguarda sia i passeggeri che il personale di bordo, ma tra queste c’è chi lo ha limitato solamente alle vecchie unità non ancora sostituite.

Intanto però continuano ad aumentare i casi di esplosioni di Note 7 appartenenti ai lotti sicuri.
L’ultimo noto è avvenuto negli Stati Uniti su un aereo che collega Louisville a Baltimora, come confermato da un portavoce della compagnia Southwest Airlines a The Verge.

Brian Green, il nome del passeggero in possesso del dispositivo, lo aveva spento come da istruzioni e messo nella propria tasca. Dopo un po’ ha però iniziato a sentire del calore e vedere del fumo ed è stato così costretto a buttarlo per terra dove ha continuato a prendere fuoco danneggiando sia il tappeto che parte del pavimento.

note-7-esploso-aereo

Fortunatamente l’aereo non era ancora partito, ma per ragioni di sicurezza è stato comunque necessario farlo evacuare e sospendere il volo.

Il Note 7 di Brian Green era stato acquistato presso uno store di AT&T il 21 settembre. Sull’etichetta della confezione era presente l’ormai famoso quadratino nero, inoltre l’icona della batteria era di colore verde.

note-7-sicuro-esploso

Pure il controllo del codice IMEI ha confermato che si trattava di un’unità completamente sicura.

note-7-imei-fuoco-aereo

Samsung ha già fatto sapere di aver avviato le dovute immagini, ma ormai cominciano ad essere non trascurabili i casi che coinvolgono le unità dei lotti sicuri (se ne sono registrate anche in Corea del Sud e Cina).

Brian Green non starà però ad aspettare visto che ha già sostituito il suo Note 7 con un iPhone 7.