twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ott 102016
 

Manca soltanto l’ufficializzazione, ma ormai anche i nuovi Galaxy Note 7 immessi in commercio da Samsung per sostituire le unità con i noti problemi alla batteria sono da considerarsi pericolosi.

Dopo il caso del Note 7 andato in fiamme a bordo di un aereo americano, negli ultimi due giorni le segnalazioni di incidenti si sono infatti moltiplicate, raggiungendo un numero che ora difficilmente può essere attribuito ad una semplice coincidenza o ad un tentativo di truffa.

A Taiwan una ragazza di 26 anni mentre passeggiava con il suo cane nel parco, ha notato del fumo uscire dalla tasca dei suoi pantaloni dove trasportava il suo Note 7 sostituito 10 giorni fa. Fortunatamente è riuscita ad estrarlo subito e a farlo cadere per terra prima ancora che iniziasse ad andare in fiamme.

galaxy-note-7-sostituzione-esploso-1

Incidenti simili anche in Corea del Sud, il primo capitato in un campo da baseball e un altro all’interno di un locale della catena Burger King, dove un cliente è anche riuscito a girare un video in cui si vede la cameriera prendere con i guanti lo smartphone dopo che i clienti si erano allontanati.

Stessa esperienza pure per una bambina di 13 anni del Minnesota, che in quel momento aveva il Note 7 di suo padre proprio tra le mani procurandosi una bruciatura sul pollice.

galaxy-note-7-sostituzione-esploso-2

Nelle ultime ore ci sono poi stati altri casi in Virginia e in Texas.

La cosa peggiore però è che Samsung era già a conoscenza da giorni dei problemi delle unità sostitutive.
A testimoniarlo è un uomo del Kentucky, che verso le 4 del mattino di martedì (quindi ben prima dell’incidente sull’aereo) si era ritrovato con la camera da letto in fiamme ed è poi stato costretto a recarsi in ospedale per problemi respiratori.

Alle pressioni della società koreana, disposta a pagarlo per averlo indietro, l’uomo si è rifiutato di riconsegnare il Note 7.
In seguito ha ricevuto per sbaglio da parte del portavoce della Samsung con cui era in contatto un sms diretto ad un suo collega in cui si diceva (riferito alle minacce legali dell’uomo): “posso provare a rallentarlo se pensiamo che importi o noi possiamo lasciargli fare quello che dice e vedere se lo farà davvero“.

Just now got this. I can try and slow him down if we think it will matter, or we just let him do what he keeps threatening to do and see if he does it

galaxy-note-7-sostituzione-esploso-3

Intanto proprio come era emerso in questi giorni, gli operatori americani hanno deciso di cessare completamente le vendite del Note 7, proponendosi anche in assenza di una nuova azione di richiamo della Samsung di sostituirlo con altri prodotti o un rimborso in denaro.

In queste ore inoltre i principali siti del settore di tecnologia degli Stati Uniti stanno invitando i propri lettori a non acquistare più il dispositivo.

Per ora da Samsung non c’è stato ancora alcun comunicato o spiegazione ufficiale, ma la cosa preoccupante è che questa volta i Note 7 vanno a fuoco anche se non sono sottocarica, proprio come è successo a tutte le persone degli incidenti segnalati in questo articolo.

Continueremo a tenervi aggiornati.

AGGIORNAMENTO ore 14:00:
Sono sempre di più le fonti che parlano di un blocco temporaneo della produzione dei Note 7 da parte della Samsung in attesa che le indagini interne chiariscano la causa del problema (yonhapnews.co.kr, androidcentral.comwsj.com e bloomberg.com).

 

via bgr.com,  appledaily.com.twsammobile.com, theverge.com, theverge.comengadget.com