twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Dic 112011
 

 

In questo articolo cercheremo di chiarire definitivamente il discorso legato ai wipe, hard reset e altri termini simili che vengono usati dalla maggior parte degli utenti di un Samsung Galaxy, spesso in maniera quasi inconsapevole e confusa, senza neanche capirne il vero singnificato.

Iniziamo allora da una brutta notizia: quando si parla di fare un hard reset, fare un wipe , formattare il telefono o effettuare un ripristino di fabbrica ci si riferisce sempre alla stessa identica cosa.

 

Solitamente il termine più corretto e utilizzato nel mondo dei telefoni è quello di hard reset.
Questa non è altro che una procedura in grado di riportare un dispositivo alle impostazioni di fabbrica iniziali, cancellando quindi tutte le impostazioni del sistema, i programmi installati dall'utente e i dati dei vari database quali sms, email, note ecc…

I motivi che possono spingere ad effettuare il ripristino di fabbrica sono diversi: ritornare ad una situazione iniziale completamente pulita, risolvere alcuni problemi legati alla stabilità del sistema operativo, eliminare completamente tutti i propri dati personali prima di cedere ad altri il nostro telefono e tanti altri ancora.

Ovviamente l'utente si ritroverà sempre l'ultimo firmware installato e non quello avuto in fase di acquisto. Per ripristinare anche la versione originaria del firmware è necesario usare solo il tool odin.

 

Sono vari i metodi che consentono di fare un Hard Reset del proprio Galaxy, ovviamente tutti equivalenti:

Ma cosa comporta nel dettaglio l'hard reset? Non ci dilungheremo in eccessivi tecnicismi, ma vogliamo cercare di spiegare cosa avviene esattamente quando l'utente effettua questo tipo di procedura.

Anche se può essere avviata direttamente a telefono acceso, si tratta comunque di un'operazione a basso livello e per questo motivo viene completata dal sistema solo una volta che il telefono si è riavviato in recovery mode (operazione fatta in maniera automatica dalla procedura stessa).
Una volta che il telefono è entrato nella recovery stock di android (o in quella modificata se si è installato un kernel moddato) provvederà a ripristinare allo stato iniziale le seguenti aree del sistema operativo:

/data
/dbdata
deleting meta data
/cache

I programmi installati dall'utente si trovano proprio all'interno della cartella /data, esattamente in /data/app, ma ne troviamo anche tantissime altre dove vengono conservate tutte le varie impostazioni e personalizzazioni.

Se non si vogliono perdere completamente i propri dati il backup diventa quindi d'obbligo.

Non sempre però l'hard reset riesce ad azzerare veramente tutto. E questo accade quando si è effettuato il root o installato una rom cucinata che aggiungono informazioni in cartelle diverse da quelle sopra elencate. In questo caso per ritornare veramente allo stato iniziale è indispensabile reinstallare nuovamente il firmware con odin.

Come avrete notato la memoria interna (/sdcard) e l'eventuale micro sd esterna non vengono toccate. Per formattare queste aree occorre farlo manualmente andando in impostazioni > memoria.
 

Per completare l'argomento vediamo anche cosa si intende per aggiornamenti WIPE e NO-WIPE, altri termini usati spesso senza comprenderne il significato.
In pratica un aggiornamento NO WIPE è un'aggiornamento che lascia intatte tutte le informazioni relative all'utente, quindi le aree /data, /dbdata ecc… viste prima, mentre al contrario una installazione WIPE comporta anche un reset del dispositivo.

Tutti gli aggiornamenti effettuati tramite KIES o tramite tool Odin con il singolo pacchetto PDA sono da considerarsi NO WIPE. Ma come raccomandiamo sempre il backup è bene farlo comunque.

Per quanto riguarda le rom cucinate occorre informarsi preventivamente prima dell'installazione. Non esiste qui una regola fissa, lo sviluppatore potrebbe infatti avere previsto degli script che resettino il contenuto dell'intero dispositivo.