twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

 Approfondimenti  Scritto da il 15 aprile 2012 alle 10:00

Tutto sulla cartella EFS del Galaxy

Apr 152012
 

 

In questo articolo cercheremo di capire meglio che cos’è la cartella EFS e di rispondere alle domande più frequenti che spesso vengono fatte a riguardo.

 

Che cos’è la cartella EFS?

Si tratta di un’area di sistema molto importante per tutti i dispositivi android della Samsung.
Solitamente la cartella EFS si trova su una partizione dedicata che viene montata sotto la root directory del dispositivo (/, la cartella principale).
I file principali all’interno di questa cartella sono in forma criptata.

 

A cosa serve la cartella EFS?

In questa cartella vengono conservate tutte quelle informazioni univoche per ogni telefono.
Un esempio sono il numero IMEI, il MAC Address del WIFI, il MAC Address del Bluetooth, il Product Code ed eventuale protezione per i dispositivi Sim-Lock.

 

Cosa c’è esattamente dentro la cartella EFS?

All’interno ci sono diversi tipi di file e una struttura di directory (anche vuote) che possono variare da modello a modello.
Il file più importante (e sempre presente) è il nv_data.bin, usato per conservare in forma criptata la maggior parte delle informazioni univoche.

Di pari importanza sono da considerarsi anche tutti i file estensione .bak e .md5, tra tutti nv_data.bin.md5.nv_data.bak.md5.nv_data.bak).
I primi non sono altro che dei file di backup creati in automatico dal sistema, i secondi invece servono per assicurare l’integrità dei file principali.

Di seguito trovate un esempio della cartella EFS di un Galaxy S2 e di un Galaxy S.

 

Perchè la mia cartella EFS è vuota?

Per visualizzare o modificare il contenuto della cartella EFS occorre avere i giusti diritti, altrimenti apparirà vuota.
In quest’area è possibile accedere solo con i permessi di root e file manager come Root Explorer (attenzione, non tutti i file manager riescono).

 

E’ possibile che la cartella EFS si corrompa o vada persa?

In condizioni normali e senza i permessi di root nessun utente può provocare dei danni ai file di questa cartella, nenche inavvertitamente.
Nemmeno l’ hard reset o i tool di installazione dei firmware, come ad esempio Odin e Kies, possono avere accesso a questa partizione.

 

Quindi è completamente al sicuro?

Purtroppo no.
La maggior minaccia per questa cartella è l’ utente stesso.
Può essere difficile da credere, eppure la maggior parte dei problemi nascono proprio a causa di quegli utenti, con permessi di root, che intervengono direttamente al suo interno per effettuare delle modifiche o cancellazioni più o meno accidentali.

Il nostro consiglio è quello di evitare assolutamente di entrare per qualsiasi ragione nella cartella EFS e di diffidare anche dei programmi o procedure che lo fanno.

Un’altra causa di problemi potrebbe essere l’installazione di rom cucinate che non sono state verificate opportunamente dai loro autori.
All’interno potrebbero esserci infatti degli script di pulizia che vanno anche a formattare questa importante partizione.
Questo fortunatamente è un caso comunque raro e per evitarlo basta prestare attenzione alle fonti da cui si prelevano le rom cucinate.

 

Che problemi potrebbe causare la perdita o corruzione dei file contenuti in /EFS?

La cancellazione o corruzione dei file più importanti (in particolare nv_data.bin, nv_data.bin.md5, .nv_data.bak.md5 e .nv_data.bak) potrebbe causare:

  • Perdita del numero IMEI originale con la conseguenza di non poter più accedere alla rete dell’operatore.
    In questo caso può comparire un imei fittizio del tipo 004999010640000 o 000000000000000.
  • Perdita o alterazione del Product Code, impossibile effettuare gli aggiornamenti tramite Kies.
  • Problema riconoscimento codice PIN della scheda sim, impossibile accedere ai servizi dell’operatore.

 

E’ consigliato effettuare un backup manuale della cartella /efs?

Se non avete intenzione di acquisire i permessi di root e di installare rom cucinate è sufficiente non fare nulla.

In tutti gli altri casi per stare tranquilli potete procedere al backup manuale, da effettuare una sola volta e possibilmente all’inizio.
Vi spiegheremo la procedura migliore in una prossima guida.

 

Come posso effettuare il backup o il ripristino della cartella EFS?
– Guida di riferimento sul backup della cartella /efs
– Guida ripristino IMEI e cartella EFS
– Come effettuare un backup semplice e rapido con la Recovery modificata di Philz