twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Giu 262014
 

Durante il keynote del Google I/O 2014 Google ha ufficializzato quella che sarà la prossima versione di Android, per ora conosciuta con il nome di Android L.

Di seguito offriremo una breve panoramica sui cambiamenti che ci aspetteranno in futuro.

Android-L

Grafica

Il nuovo stile grafico adottato da Android L non è altro che un evoluzione di quello già vista con Google Now, basato su card, icone di tipo flat ed un design pulito e minimalista.
Saranno presenti inoltre nuove animazioni ed un maggior uso dell’effetto ombreggiatura che dovrà servire per dare profondità ai vari elementi grafici.

Il tutto dovrà essere conforme a determinate guide linea studiate da Google e conosciute con il nome Material Design.

Notifiche

Importanti cambiamenti per quanto riguarda il sistema delle notifiche, che ora saranno visibili anche sulla lockscreen di android e ordinate in base alla loro importanza.

Le notifiche assomiglieranno alle schede di Google Now e potranno essere eliminate mediante degli swipe.

android-l-notifiche-1

Android L supporterà pure le notifiche popup come quelle attivate di recente dalle CyanogenMod e già utilizzate da tempo da altri sistemi operativi mobile.

android-l-notifiche-2

Menù App Recenti

I cambiamenti grafici previsti dal Material Design verranno applicati anche al menù delle app recenti.
Ora oltre alle thumbnail delle applicazioni aperte verranno visualizzate pure le loro singole istanze.
Ad esempio nel caso di Chrome l’utente potrà vedere subito tutti i tab aperti.

Android-L-menu-app-recenti

Prestazioni

Android L promette, almeno sulla carta, prestazioni di base superiori rispetto a tutte le precedenti versioni.
Questo grazie al nuovo metodo di esecuzione delle app (ART e non più Dalvik), supporto ai processori 64 bit e migliore utilizzo della memoria Ram.

Android-L-ART-vs-Dalvik

Batteria

Annunciati miglioramenti sulla durata della batteria grazie al Project Volta, un insieme di misure che comprendono ottimizzazioni a livello di sistema, statistiche sulla batteria finalmente molto più utili di quelle attuali e una modalità di risparmio energetico simile a quella dei Samsung.

Android-L-project-volta-batteria

Sicurezza

Android è già oggi una dei sistemi operativi più sicuri, ma nonostante questo Google continua a puntare fortemente su questo importante aspetto.
Android L si baserà su una tecnologia chiamata Android Work, molto simile a Samsung Knox e sviluppata proprio in stretta collaborazione con la casa koreana.

android-work

 

Queste sono soltanto alcune delle novità promesse da Google con Android L.
Non appena saranno noti altri dettagli non mancheremo di aggiornarvi mostrandovi anche degli screenshot reali.

 

Articoli correlati:
– Android L: primi screenshot e video dal vivo della nuova versione di Android