twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 042017
 

Synaptics ancora una volta si conferma una delle aziende più innovative nel campo del riconoscimento biometrico per i dispositivi mobile.

Dopo il lettore di impronte digitali utilizzabile sotto il vetro del display e il lettore basato sulla tecnologia ottica (che probabilmente troveremo pure sul Galaxy S8), la nota società californiana ha da poco presentato un nuovo tipo di sensore in grado di riunire ben due differenti tecnologie di autenticazione: quella basata sulla scansione del dito e quella per il riconoscimento facciale.

Un modulo che promette non solo di incrementare il livello di sicurezza, ma anche offrire un’alternativa all’utente nel caso in cui per circostanze esterne non sia possibile autenticarsi attraverso uno dei due metodi.

E’ quanto avviene ad esempio quando si indossano dei guanti (il lettore delle impronte non li riconosce), oppure quando si è in un ambiente buio (in questo caso è il riconoscimento facciale a non funzionare).

Grazie poi a dei particolari algoritmi anti-spoofing il nuovo sensore di Synaptics è in grado di distinguere meglio dita false da quelle reali e se il viso corrisponda effettivamente a quello registrato.

hackerato-lettore-impronte-galaxy-s5

Il nuovo sensore, pensato per smartphone, tablet e notebook, dovrebbe fare il suo debutto già quest’anno, ma difficilmente lo vedremo sui Galaxy dato che Samsung sembra puntare tutto ormai sul riconoscimento dell’iride.

 

fonte synaptics.com