twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 182015
 

Una delle principali critiche mosse dagli utenti nei confronti dei vari produttori android (qualunque esso sia) riguarda la politica di rilascio degli aggiornamenti contenenti nuove versioni del sistema operativo, che può variare di molto in base alla marca, il tipo di dispositivo, la fascia di prezzo e a volte addirittura la nazionalità.

Critiche a cui spesso non sfuggono neanche i Nexus nonostante ricevano gli aggiornamenti direttamente dalla stessa Google.

Con il seguente grafico la redazione di androidpolice.com ha voluto paragonare proprio il supporto degli aggiornamenti fornito da Google sui suoi Nexus con quello garantito dal diretto rivale Apple sui suoi iPhone e iPad.

clicca per ingrandire
supporto aggiornamenti apple google

Considerando solamente le release principali dei due sistemi operativi, il supporto medio di Google si aggira intorno ai 21 mesi mentre quello di Apple a ben 41,2 mesi.

Ecco la classifica ordinata per numero di mesi offerti per ogni singolo prodotto commercializzato dalle due case.

tabella supporto aggiornamenti

Come vedete nelle prime posizioni troviamo solamente degli iPhone e iPad, con un periodo di supporto che supera addirittura i 4 anni.

Ovviamente bisogna anche tener conto della qualità degli aggiornamenti rilasciati e delle nuove funzionalità introdotte, ma qui il discorso potrebbe farsi molto più ampio.

 

fonte androidpolice.com

  • Luca

    scusate ma come si fa a paragonare la Apple, che deve rilasciare aggiornamenti per un numero limitato di modelli (nel grafico ne conto 17 tra iPhone e iPad) , con Google che deve rilasciare aggiornamenti che devono (o meglio dovrebbero) essere compatibili con un numero sconsiderato di modelli e di marche( samsung, lg, htc, etc etc)?

    • Gli aggiornamenti di Google sono compatibili solo con i loro Nexus. Sono i produttori che poi devono adattarli ai loro prodotti.
      E non a caso la redazione di androidpolice ha scelto di considerare solamente quelli di Google.

    • Luca

      si ma google ha introdotto i Nexus anni dopo aver sviluppato Android, quindi non sono il suo vero obiettivo, inoltre ogni anno si affida ad un produttore diverso per realizzare il suo Nexus. Per me il paragone fatto è fuffa.

  • ginlucks

    Nell articolo nn viene detto che google fa cacare e apple e fantastica, viene solo presentato un dato. Poi i nexus non sono così tanti.l (ne conto 10 contro 17….)

    Non difendiamo sempre Google. .. saremo all pari degli applefan

    • Daniele

      Io ho sempre avuto device Android in particolare galaxy , ma se devo essere onesto da S3 in poi sono rimasto parecchio deluso.
      Ricordo invece con piacere il glorioso S2, nel tempo mi sono avvicinato ad Apple, che prima non consideravo, ricredendomi.
      Ho preso un iPhone 6 con cui mi trovo veramente bene.
      Per lavoro invece utilizzo un Huawei P8, a mio avviso parecchio migliore di “top” di gamma Samsung.
      Purtroppo Samsung è un brand che mi ha parecchio deluso; ho avuto diversi screzi con l’ assistenza nonchè una resa qualitativa di S4 a dire poco pessima.
      Entrato svariate volte in assistenza e mai risolto il problema, alla fine l’ ho letteralmente buttato. (riavviava di continuo da solo ed era praticamente inutilizzabile.)

    • franky29

      quanti smartphone beato a te guadagni assai xD

    • Luca

      guarda che è nato prima android ….. e anni dopo i nexus (tra l’altro nemmeno prodotti da google ma da marche diverse di anno in anno)…. non stiamo difendendo google, ma qua si sta facendo un paragone del c…o

    • Paolo

      Scusa eh ma il paragone con chi va fatto allora? Con la Samsung? HTC? LG?

    • Luca

      Va fatto tra produttori di telefoni Android. Quindi tra Samsung, HTC, LG, etc …. Non tra Apple e Google.

    • Paolo

      Si ma non sono loro a produrre il sistema operativo, non solo loro che creano nuove versioni. Samsung per ogni versione di android rilascia anche più firmware quindi sarebbe un confronto inutile

    • Luca

      E non è google a produrre i Nexus 🙂

    • ginlucks

      Venendo al sodo, se compro apple so ch3 avrò aggiornamenti a lungo termine, se compro nexus so che scaduti i 18 mesi smettono di aggiornarlo e non avrò più le nuove fubzionalita. Ora… A me poco importa il perche, e poco mi consola.guardo solo all esperienza finale e i fatti sono questi.

      Poi In ogni caso per me android a vita.

    • Luca

      Scusa ma cosa ha Lollipop o Marshmallow in più rispetto a Kitkat di così irrinunciabile??? Alla fine la gente piange ma non capisce un c…o. I miei device (Note Edge in primis) sono fermi a Kitkat perchè Lollipop non offre nulla di più a parte la grafica rinnovata. Quindi tutte ste menate per cosa?

      La gente dimentica che la apple con i suoi aggiornamenti ha introdotto cazz4te che Android aveva introdotto anni prima.

    • ginlucks

      Stabilità e fluidità del sistema, e poi vorrei la possibilità di fare le foto in raw…. Sisi lo so, il solito discorso, se vuoi fare foto Fiche usa una reflex e inoltre il raw sul cellulare serve a poco. Ma io mi diverto cosi, ce chi gioca a candy crush o a clash of clan e chi invece si diverte a fare foto al livello amatoriale. Ah nn scordare anche che sky go nn supporta più le versioni vecchie…. E questi sono solo alcuni motivi che mi vengono in mente

    • Luca

      Il mio skygo gira su kitkat.

  • Matteo Venturi

    Cavolo 54 mesi l’ipad 2!!!!!!!

    • Luca

      grazie, quanti iPad hanno fatto finora???

    • cbaldo

      che caspita c’entra??? a parte che di iPad ne sono usciti diversi … il discorso e’ uno solo: l’iPad 2 e’ ancora supportato dopo 54 mesi. Punto

    • Luca

      si, perchè oltre quello dovevano supportarne pochi altri …. si contano sulle dita di una mano.

    • cbaldo

      forse non hai capito bene il punto focale della questione oppure fai finta di non capirla.
      Tra l’altro che c’azzecca il numero dei modelli? Il sistema operativo quello e’ e SE SI VUOLE le compatibilita’ con l’hardware si mantengono. Nel mondo Android evidentemente pensano che gli convenga di piu’ far scappare la gente verso Apple.
      Tu quanti device piu’ vecchi di 3 anni che supportano Android 5.x (senza trucchi)?
      Io ho un iPad 2 e un iPhone 4s che montano iOS 9. Ho un Gaaxy s4 che forse non vedra’ M e che ancora monta una versione TARPATA di Lollipop. Il precedente HTC dopo un anno e mezzo dl’acquisto non veniva piu’ aggiornato.
      E’ piu’ chiaro adesso o ci vuole un disegno?

    • Luca

      quello che non capisci tu è: quanti device vecchi di tre anni supporterebbero a livello hardware Lollipop?? Molti!!! Quanti ne aggiornano??? Nessuno, perchè nel frattempo le case produttrici hanno immesso sul mercato tanti altri modelli.

      Domanda all’inverso: Rispetto a tre anni fa quanti modelli di iPhone ha immesso sul mercato la apple? Tre …. ne fa uno all’anno (considerando le versioni plus siamo a max 5).

      Ora: quanto ci vuole ad aggiornare 5 modelli della apple rispetto ai tanti altri modelli Android???

      Fatti questa domanda e datti la risposta e avrai il motivo che spiega l’inutilità dell’articolo.

      Inoltre google deve garantire un SO che sia installabile su più hardware diversi, la apple non ha di questi problemi.

    • cbaldo

      no sono i produttori dei diversi marchi a dove rispettare gli utenti e garantire che l loro hardware supportino per un periodo di tempo congruo (che non siano i 18 mesi standard) gli aggiornamenti del sistema operativo. Senno’ e’ una presa in giro.
      Il numero di dispositivi immessi sul mercato non giustifica una simile presa in giro e non credo proprio che Apple sia criticabile perche’ controlla totalmente il proprio settore se questo garantisce i propri clienti. Che senso avrebbe, fare come fa Samsung, tanto per citare quello che ritengo il peggior vendor, e tirar fuori ogni giorno due modelli con pochissime differenze da quelli gia’ esistenti? NESSUNA
      Che senso avrebbe tirar fuori con maggiore frequenza diversi modelli di iPhone o iPad? Ti rendi conto che sono considerazioni insussistenti le tue?
      Ma se tu sei contento a farti rubare i soldi …

      Per non parlare della rapidissima svalutazione di ogni device Android dovuta proprio all’immane quantita’ di prodotti sul mercato e dello sfornare continuamente nuovi modelli senza alcuna innovazione di peso

    • Luca

      hai capito e non lo sai…. hai detto bene, sono i produttori dei divesi marchi a dover garantire che i loro hardware supporti supportino gli aggiornamenti. Google è un produttore di hardware?? No, e allora l’articolo è senza senso. L’articolo andava fatto considerando i produttori di hardware.

      Google non ha nessuna colpa, anche in considerazione del fatto che ogni produttore si customizza le ROM come meglio crede, rendendole piene di inutilità a volte.

    • cbaldo

      oh ma sei te che parli di numero di device mica io! e chi t’ha detto che do la colpa a Google? Ma lo leggi quello che scrivo o fai finta? L’hai visto che me la prendo coi produttori o finora spalmavi nutella su un panino?

    • Tersicore1976

      Scusa se mi intrometto, ma anche Samsung fa uscire tre modelli in tre anni. La colpa è di Samsung che crea linee separate come target e poi li ordina come se fossero tutti della stessa famiglia. Note 3 è il vice Top di gamma della serie Note. Uscito due anni fa non si trova dietro a Note 4? No. Si trova dietro a Note 5, S6+, S6 Edge, S6, Note 4…Quindi è secondo e sesto. Ad un utente secca molto avere un prodotto che può supportare nuove funzioni e non le avrà mai, perché sono impegnati a sviluppare il J5 con Lollipop 5.1.1 (prodotto da 200€). Inoltre posso capire che i vecchi modelli non possano avere determinate cose: non posso non avere Samsung Pay e lamentarmi con un Note 4 in mano se non ho l’hardware adatto… Però posso lamentarmi se Samsung ha capito al quinto modello che avere su uno schermo da 5.7″ una griglia 5×5 è utile e non divento cieco. E si tratta solo di mettere un APK UGUALE già creato e funzionante in un altro firmware. Infatti con il Root avere la TW dell’S6 o Note 5 è questione di 5 minuti. Però Apple toglie (certe volte commette erroi anche lei) per mancanza Hardware. Altre volte invece lo fa proprio perchè è impossibile darlo. Esempio OSX: a mano a mano che lo aggiornava segnavano le caratteristiche minime per farlo girare… Ora che aggiungono funzioni che non hanno bisogno di potenza anche il mio iMac di 4 anni può installare la 10.11…senza perdere nulla. Nessuno mi venga a dire che un Note 3 supporta Lollipop 5.01 e non la 5.1.1… e mi spieghi perchè non lo riceverà. E mi spieghi perche sui Lollipop di Sansung non c’è il multi utente. Apple si prende i nostri soldi come fa Samsung. La seconda però indubbiamente gioca con gli update/nuove funzioni per far comprare il modello nuovo. Apple da questo punto di vista non lo fa eppure le persone conpreranno iPhone 6+…per avere il solo Touch sensibile alla pressione? Dubito…
      Samsung ha scelto lei di avere 5 linee di modelli. Il problema cone ho detto altre volte è che lei non vede il calo di prezzo dei prodotti. Inutile mettere in commercio un Galaxy XYZ a 300€ se il prezzo di un Note 3 raggiunge di 320€ visto che e uscito 2 anni fa… Loro puntanto alla visibilità del prodotto con un nuovo nome? Allora possono prendere lo stesso prodotto cambiargli la scatola, aggiornargli il firmware e venderlo di nuovo con il nome di Note 3.1…Lo stanno facendo con S5..ma cambiando SOC… perchè le persone sono anche dei polli che se non hanno l’ultimo Snapdragon si sentono frustrati…

    • Luca

      secondo me la samsung non aggiorna perchè già così ci sono troppi piagnoni.

    • Tersicore1976

      Dovresti scrivere le cose più chiare e non per “enigmi”… Grazie.

    • andrea55

      Purtroppo se si vuole si può fare solo con Ios.
      Android è un sistema completamente diverso, ad ogni versione diventa sempre più pesante e bisognoso di risorse, solo lollipop pulito si mangia 1Gb di ram, poi bisogna aggiungere il resto.
      Ios consuma sempre quei 512Mb di ram o poco più nel caso di Ios9. Android è più simile a windows

    • Matteo Venturi

      E il bello è che supporta anche ios 9 !!!!

    • Perchè proba ilmente aveva un hardware in grado di supportarlo. Magari device pari periodo ma in fascia iPhone sono stati castrati o tagliati prima per un discorso prestazionale. A dimostrazione del fatto che il discorso dual core, giga di ram etc ha una sua valenza anche ed è molto più complesso di quanto le due fazioni di hater credano

  • Tersicore1976

    Quello su cui ragionare è: Apple aggiorna si i suoi prodotti per lungo tempo, ed ufficializza questa scelta, però ha poche differenza Hardware e non ha una miriade di prodotti, nonostante questo costruisce il firmware nuovo sui modelli nuovi e se il vecchio hardware non lo supporta e serve una diversa ottimizzazione semplicemente taglia determinate funzioni; su iPhone 4 con IOS7 hanno “dovuto” mettere una opzione per eliminare gli effetti di transizione che facevano lavorare troppo processore e scheda video… e mancava moltissima “roba”.
    Samsung non promette nulla, non dice mai nulla di ufficiale, ed è questo quello frustrante… Si crede di poter avere il nuovo aggiornamento, e invece si passa più tempo a spulciare rumors che a cercare ROM alternative. Inoltre ha deciso lei di avere tantissimi prodotti, la maggior parte inutili, e per questo ogni creazione del firmware porta via molto tempo. Quello che mi chiedo però è: ma quanti team ci lavorano sui loro terminali? A vedere come aggiornano, sembra ci sia solo una squadra, che finito di operare su S6 passano a Note 4 ecc… Non ci sarebbe nulla di strano a vedere un aggiornamento prima su Note 3 ad esempio che su S6, per il semplice fatto che sul primo non viene aggiunto niente, e su S6 invece hanno lavorato su diverse nuove funzioni… Le nuove funzioni dei nuovi terminali possono essere tranquillamente messe anche su molti prodotti più vecchi, perché hanno l’hardware adatto a sopportare, ma Samsung le nega per spingere il nuovo. Non venitemi a dire che il Note 4 non può supportare la scrittura a schermo spento, che non è vero. E non venitemi a dire che non può avere la condivisione diretta dei Memo Rapidi. A questo aggiungeteci il ritardo con cui rilasciano firmware con dentro 5 APK nuovi, e vi renderete conto che Apple “appare migliore”. In realtà il problema principale secondo me è la sicurezza di avere un update… Ancora oggi, mentre probabilmente stanno sviluppando Android 6 per S6+ e Note 5 (o stanno iniziando) non si sa fino a che punto arriveranno con il rilascio del nuovo Android: a vedere bene io direi chi ha già la 5.1.1…. Quindi escluso S5, Note 3, S5, Note 2014 ecc…
    E un’altra cosa frustrante: le piccole case produttrici quando immettono sul mercato un prodotto economico, non sprecano tempo a dargli l’ultimo Android… Samsung ha il vizio di fare uscire il nuovo Samsung XYZ con hardware ridicolo e costo esorbitanti già con Lollipop… perché un Galaxay J5 dal costo di 220€ può avere Lollipop 5.1.1 con nuove funzioni e il Note 3 no? Ridicolo.

  • Tersicore1976

    Scusate ma alla fine il grafico dice la verità. Niente di più niente di meno. Che Apple e Google o Samsung o Htc o LG hanno diverse politiche è un fatto. Ma non distorce quesro grafico nei numeri di Aplle. Casomai è saperlo leggere che è difficile per molti utenti. Se devi mostrare quanto sei “attenta” ai vecchi modelli devi avere un metro di paragone ovviamente o i mumeri sono scritti si, ma non hanno “significato”… Quindi un aragone serve. A ben vedere, come ho detto, Google aggiorna e non tolgie nulla a nussun device… Apple si invece. Quindi sono mumeri che vanno interpretati.

  • Anders Ge (f.k.a.”usagisan”)

    Il problema, a mio avviso, non è quanti aggiornamenti si ricevono per il proprio terminale, ma di quanti aggiornamenti c’è davvero bisogno.
    Averne meno non significa per forza di cose meno attenzione o voglia di migliorare, ma può anche volere direche il SO funziona meglio di quello più aggiornato e non sono necessarie continue micro migliorie, che possono essere rilasciate meno volte e tutte insieme che tanto non influiscono sull’esperienza di utilizzo.
    Bisognerebbe quindi valutare anche il tipo di aggiornamenti che vengono rilasciati.

    Detto questo, poi, bisogna anche considerare che Apple fa tutto in casa e quindi lavora sempre e direttamente sul proprio prodotto e per prodotti che hanno sempre delle caratteristiche e delle specifiche ben delineate ed immutate.
    Questo non accade invece con Android, dove ogni produttore apporta le proprie modifiche, più o meno importanti, al SO e quindi i vari aggiornamenti ufficiali del Sistema Operativo, cioè quelli rilasciati da Google, devono essere presi e modificati in base al processore, all’hardware, alle modifiche varie apportate ai vari terminali.
    Se non ci fossero personalizzazioni di sorta (parlo di cose ufficiali e non di quanto un utente decide di fare per proprio conto, sia con programmi terzi o ricorrendo a root) ed un unico hardware con al massimo un paio di varianti, allora sarebbe tutto molto più facile e veloce.
    Invece Samsung deve adattare alle proprie esigenze, così come Sony, LG e gli altri causando, ovviamente, un dilatarsi dei tempi di rilascio.
    Non parliamo poi di chi opta per i fork del sistema operativo.
    Questo poi provoca problemi, specialmente a chi produce tanti terminali di tante fasce diverse (come Samsung): cosa aggiorno? su cosa lavoro? su cosa mi concentro?
    Va da se che delle scelte devono essere prese e queste possono non piacere a tutti.
    Così si sceglie di portare una nuova versione su di un terminale e magari non su di un altro dalle caratteristiche simili, magari perché quest’ultimo funziona già bene e l’altro invece può migliorare e/o necessita di una “rinfrescata”.
    Ovviamente è solo un esempio e so che non sempre va così (almeno a me non sembra), quindi evitiamo commenti del tipo “X fa questo ma Y no e dovrebbe”, “Z non va ed Z si e quindi era meglio aggiornare il primo”, ecc. ecc.

    Ovviamente sono pareri puramente personali.