twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ott 062017
 

Purtroppo sono sempre più diffusi i casi di esplosioni di telefoni a causa delle batterie al litio.
L’ultimo a farne le spese è stato un uomo indonesiano in possesso di un Samsung Grand Duos del 2013.

Mentre si trovava nella hall dell’hotel in cui lavora, improvvisamente lo smartphone che teneva nel taschino della divisa è esploso ed è andato in fiamme.
Grazie all’aiuto dei presenti, che gli hanno subito tolto la divisa, l’uomo non ha subito gravi lesioni ma solo delle lievi scottature ed un grande spavento.

Le immagini, provenienti dal sistema di sorveglianza interno dell’hotel, sono state trasmesse dalla TV locale a cui l’uomo ha anche dichiarato di non aver mai avuto problemi con il suo smartphone.

Secondo la polizia il surriscaldamento è stato causato dal contemporaneo utilizzo della connessione WiFi, del Bluetooth e del GPS, ma dai primi esami effettuati da Samsung tutto è nato da una batteria difettosa non originale.

Purtroppo per gli smartphone più vecchi è sempre più diffusa l’abitudine di affidarsi a delle batterie non originali, anche perché più facili da trovare sul mercato e a volte proposte a prezzi nettamente più bassi.

Non a caso, proprio poco tempo fa, il produttore koreano ha divulgato attraverso tutte le sue divisioni sparse nel mondo un comunicato dove si avverte di fare attenzione agli accessori non originali o privi di un certificato di sicurezza.

 

via cnet.com