twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Lug 212016
 

Una delle caratteristiche più importanti che il Note 7 introdurrà e su cui Samsung punterà sicuramente tanto è il sensore per la scansione dell’iride (qui le prime foto trapelate).

Nel settore mobile non si tratta affatto di una novità visto che il primo produttore a prevederlo è stato nel 2015 Fujitsu con l’Arrows NX F-04G e durante i mesi seguenti è poi comparso su molti modelli con sistema operativo Windows Phone.

Arrows NX F-04G

Secondo alcuni analisti però quella dalla scansione dell’iride potrebbe rivelarsi una funzionalità destinata a non avere affatto successo e ad essere abbandonata presto dagli utenti.

I punti a sfavore riguardano principalmente la velocità e la comodità di utilizzo, visto che costringe a posizionare lo smartphone esattamente ad una certa distanza dal proprio volto e che potrebbe risultare inefficace in scarse condizioni di luce. Senza contare poi che chi indossa degli occhiali potrebbe non riuscire a sfruttarlo.

note 7 scansione iride

Insomma, quanto è già accaduto con i Galaxy delle passate generazioni ricchi di funzioni smart basate sui sensori e la fotocamera anteriore, poi messe in secondo piano o completamente rimosse da Samsung.

Vedremo se le cose andranno veramente così e se il produttore koreano ha almeno previsto funzionalità più interessanti rispetto a quella del semplice sblocco del display.

Anche voi avete gli stessi timori?

 

via koreaherald.com