twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 152012
 

 

Nonostante la produzione dei sensori da 12 Megapixel (S5K3L1sia ancora in corso e non presente ancora in nessun dispositivo top di gamma, la Samsung ha già iniziato lo sviluppo della tecnologia successiva.

I sensori CIS (CMOS image sensors) di prossima generazione avranno ben 13 Megapixel (S5K3L2) e arriveranno a supportare una risoluzione massima di 4208×3120.

Al di là della corsa ai megapixel, che su uno smartphone può avere forse più importanza a livello di marketing, le novità più importanti potrebbero riguardare il miglioramento del sensore retroilluminato (BSI) e un'ottimizzazione maggiore dei consumi energetici per favorire la durata della batteria.

Al momento, però, a farla da padrone sul mercato sono ancora i chip a 8 Megapixel, presenti anche negli ultimi dispositivi presentati di recente (vedi Galaxy Note 2).
 

via sammyhub

  • Nicola

    Ormai le vere novità saranno sul software.
    La fotocamera del Galaxy s3 è una delle più complete in circolazione B)

    • ANDROID_FOREVER

      super quoto nicola …..xd;)

  • Massimo

    Grazie per avere specificato quanto sia effettivamente solo da considerarsi una corsa al "chi per primo arriva". Mi sto riferendo alla risoluzione espressa in Mega Pixel, inserita in una Fotocamera di un cellulare ovviamente.
    Già… chi mai potrà notare a schermo (così "piccolo" tra l'altro) la differenza tra una foto scattata a bassa risoluzione ed un'altra scattata ad alta!? Nessuno! Ammenochè, ovviamente poi, questa non venga stampata. 🙂

  • bocao

    aggiungo prof….
    A prescindere dal tipo di sensore utilizzato(sensore retroilluminato( grazie a Sony) non pensate alla trovata di metter dietro il sensore una fonte di luce,ma diciamo che il sensore (e per sensore intendo l'insieme di ogni singolo pixell/cella fotosensibile) si è avvicinato alla prima superficie interessata dai raggi di luce,cioè le microlenti.
    per fare un esempio banale….avete presente quando guidate con il sole davanti è siete costretti ad abbassare il parasole?Ecco,in questo momento state simulando i sensori attuali,dove l'elemento sensibile (il fotodiodo) è il vostro occhio,e la barriera parziale (la struttura fisica che si trova fra le microlenti e il fotodiodo) è il vostro parasole. Insomma,se abbassiamo il parasole,diciamo che non abbiamo concluso un granchè,perchè la luce che non è "strozzata" dal parasole,arriva comunque al nostro occhio,ma in modo più fievole e sopportabile…
    in breve dico solo che a prescindere dal sensore e' il software che ha la sua grande importanza..(pensate che il curyositi(esploratore su marte)ha un sensore di ben 2MPixel :o),
    come sempre sei un grande prof……..

    • androidgalaxys

      E bravo bocao 🙂