twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 042013
 

 

Brutte notizie per chi è abituato a modificare a piacimento il proprio Galaxy S4.

Con gli ultimi aggiornamenti rilasciati la Samsung ha infatti deciso di aumentare il livello di protezione del telefono, introducendo delle nuove misure di sicurezza e impedendo di conseguenza il root o altre pratiche di modding.

selinux-knox

I cambiamenti per ora riguardano i firmware della serie MGG e successivi, come quelli Vodafone italiani (I9505XXUDMGG) e i no brand inglesi (I9505XXUDMH8).

 

La causa principale è da attribuire al rafforzamento delle delle policy di sicurezza del modulo SeLinux (un avanzato sistema di protezione dei kernel linux) passate ora al livello enforcing, quello più elevato.

protezione-samsung-galaxy-s4

Con questa modifica ogni tentativo di accesso a risorse o processi del sistema operativo da parte di app di terze parti che non soddisfino le policy verrà subito bloccato, richieste dei permessi di root comprese.

 

A complicare le cose c’è anche Samsung Knox, altra tecnologia di protezione introdotta dalla casa koreana sul Galaxy S4 e ulteriormente rinforzata sui nuovi firmware, in grado di riconoscere modifiche effettuate a livello di kernel o recovery.

selinux-samsung-knox-galaxy-s4

 

Nell’attesa di una soluzione definitiva, il nostro consiglio per chi avesse bisogno dei permessi di root o volesse continuare a modificare il proprio Galaxy S4 è quello di non aggiornare e continuare ad utilizzare i precedenti firmware.

 

AGGIORNAMENTO 05 settembre 2013:
Già disponibile il root anti SeLinux per gli ultimi aggiornamenti del Galaxy S4 protetti da Samsung