twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 312012
 

 

Pubblichiamo una guida veramente ben fatta e interessante che ci arriva direttamente da un nostro lettore, Andrea.
 

Energia Extra per il Samsung Galaxy

 

Premetto che uso spesso l' SGS2 come segna traccia MTB (navigatore off line free ride) e in queste condizioni l'autonomia è scarsa, non più di 3-4 ore con luminosità al massimo (col sole si vede solo così).
Ho risolto il problema creando un aggeggino semplicissimo: un caricabatteria USB a partire da 4 batterie formato AA.

Cosa occorre per costruirlo?

  • 1 porta batterie formato AA x 4.
    Si trovano nei negozi di elettronica o nei reparti FaiDaTe dei  grandi supermercati, costo circa  4-8  €.
     
  • 4 batterie AA.
    Io preferisco usare le ricaricabili (hanno una capacita che va dai 1700 ai 2500 mA) ma si possono usare anche le alcaline (l'SGS2 sopporta senza problemi la piccola sovratensione in ingresso). Costo, molto variabile, dai 5 ai 20€.

     
  • 1 cavo USB con 1 connettore tipo A femmina.
    Si trovano in tutti i negozi di elettronica o computer, costo circa 3-10 €.

     
  • 1 saldatore, dello stagno e del nastro isolante.

 

Tutto qui!

Il montaggio è veramente semplice, si comincia col tagliare il cavo USB alla lunghezza desiderata e si liberano i 4 cavetti interni dalla schermatura cosi come mostrato nella figura precedente.
In seguito si spelano i tre cavetti Nero, Rosso e Verde, il bianco non serve.

Unire a questo punto lo Schermo (la maglia esterna) il cavetto Nero e il cavetto Verde.
Il trucco, se volete, sta proprio qui, l' SGS2 non va in carica se non si collega il Verde a Massa.

 

Saldare a questo punto il terminale Rosso delle batterie col Rosso del cavetto e il Nero col gruppo appena formato.

Chiudere il tutto con del nastro isolante, facendo ovviamente attenzione a non cortocircuitare la saldatura Rossa con gli altri fili.

Il caricabatterie e' pronto!

Collegate il vostro cavetto USB in dotazione al terminale da un lato e al caricabatterie dall' altro.
Il Samsung Galaxy si accendera' col solito beep della ricarica.

 

Per sicurezza ho controllato con un tester i voltaggi ai capi + e – per accertarmi delle tensioni nelle varie situazioni… Come si vede dalle immagini sotto anche col terminale acceso e in funzione la tensione non scende sotto i 5,2 V, a batterie cariche.
La carica regge fino ad un voltaggio di circa 4,3 – 4,2 V, dopodiche il Galaxy S2 blocca l'assorbimento di ulteriore corrente preservando cosi anche la salute delle batterie ricaricabili.

L'ultima foto, ovviamente, NON e' stata fatta con l' Samsung Galaxy S2 (indovinate quale… 🙂 ) 

 

Il grosso vantaggio di questa soluzione e' che batterie sono facilmente intercambiabili e se finisce un pacco, mentre il terminale continua funzionare con la sua batteria interna, lo si sostituisce con uno nuovo o con 4 batterie d'emergenza comprate nel primo negozio trovato.

Gia'… direte Voi, hai inventato l' acqua calda!
Eppure provate voi a cercare in Internet qualcosa di simile…
E' proprio vero… Le idee semplici sono le migliori.
Buon Trekking a tutti…

Andrea
 

 

Noi ringraziamo Andrea, non solo per l'ottima guida ma anche per l'idea che sicuramente potrà tornare utile anche ad altre persone.

Ovviamente chi decide di seguire quanto riportato se ne assume completamente la responsabilità, anche  per eventuali danneggiamenti.

 

[p1]

 

 

  • maso61

    domanda….un pacco da otto sarebbe troppo? chiedo perche avendo gia un porta batterie di una vecchia automobilina elettrica radiocomandata in disuso se va bene non lo devo neanche comprare..credo comunque che la tensione fornita da 4 sia uguale a qulla di 8…Sbaglio??

    • Raporosso

      allora 4 = 8 ??

    • Ciax

      Se nello spazio di 8 ce ne metti 4 è uguale, senno hai 10 volt al posto di 5 e questo non piace al tuo cellulare

    • Alex_Owl

      NN sò se sempre utile cmq se colleghi le 8 batterie in parallelo 4 a 4 otterrai i soliti 5 v con una capacità totale doppia rispetto a 4
      per spiegarmi meglio:
      |— (+ Batteria 1 -) —- (+ Batt 2 -) —— (+ Batt 3 -) ——— (+ Batt 4 -) —–|
      (+) —–| |—— (-)
      |— (+ Batteria 5 -) —- (+ Batt 6 -) —— (+ Batt 7 -) ——— (+ Batt 8 -) —–|

    • Alex_Owl

      scusa il disegno ma il form nn mantiene le formattazioni del teso

  • maso61

    :ok: non credo sia la scoperta dell acqua calda credo invece sia un ottimo sistema per ricaricare il cell per chiunque abbia il bisogno mentre sta in giro tutto il giorno senza possibilita di ricaricare…e poi non e per niente ingombrante dal mio punto di vista..Bravo Andrea ottimo….

  • masand

    Ottimo!!! Grazie molte della segnalazione e della guida.

    Una domanda, per ridurre le dimensioni, sarebbe possibile usare un porta batterie, per quelle da 9v? La tensioni dovrebbe essere la stessa giusto?

    Grazie molte,

    Massimiliano

    • Raporosso

      Una batteria da 9 V ? Non credo proprio senza un circuito che abbassi le tensione a valori prossimi ai 5 V

  • Cr7s

    Bellissimo!

    Molto utile per chi viaggia spesso.

    Volevo avere dei chiarimenti:

    io ho intenzione di costruire il tutto, per poi utilizzarlo con delle pile ricaricabili. Ora mi chiedo: è possibile ricaricare le pile una volta scariche, semplicemente collegandolo a una porta USB senza estrarle dal porta batterie?

    Grazie..

    • Mojo Pin

      No. Le batterie (ricaricabili) hanno bisogno di un circuito che ne regoli il ciclo di carica. I rischi di collegarle direttamente ad un alimentatore di tensione continua sono molti.

      Ma se hai una porta USB a questo punto ricarichi il cell dal PC 😉

      Il metodo descritto a mio avviso è un geniale e ben riuscito espediente per situazioni di emergenza considerando anche il fatto che la tesione è di 6V (invece di 5 come la USB e l'alimentatore) e la corrente di carica non è costante durante il ciclo di carica.

    • Dado

      dal mio punto di vista si perche poi la carica delle batterie sara pari a quella di un caricabatteria il che porta anche dei vantaggi cosi non rischi di uccidere il telefono (se magari le carichi troppo le batterie poi hanno troppo voltaggio e ammazzi il telefono) ed e molto piu semplice…

  • Grandde Andrea!!! :ok: Idea, a dire poco… eccezionale! :ciao:

  • federico

    Con le quelle pile siamo molto alti come Amperaggio (da 1700 a 2500 mA). Il telefono supporta la ricarica con 700mA, massimo potremmo arrivare a 1000mA ma da 1700 a 2500 secondo me è troppo esagerato! La batteria si carica, ma siamo sicuri che non faccia male alla batteria quell'eccessiva corrente? Secondo me a lungo andare da problemi!

    • masand

      In realtà è scritto nell'articolo, dicendo che il telefono blocca l'assorbimento ad una certa soglia.

      Va da sé che questo è un espediente di fortuna che, Andrea, non credo voglia sostituire ai metodi tradizioni.

      A me, come idea non dispiace.

      Ciao,

      Massimiliano

    • androidgalaxys

      infatti si parla di una soluzione per certi casi.

    • Andrea

      incaso alternativo… si puo fare un collegamento con 4 AAA

      in commercio le AAA ricaricabili sono da 750mAh

    • Stefano

      Ottimo con il gs2invece con gs3 non funziona…soluzioni ? Grazie

    • leonardo

      forse non hai raggiunto un voltaggio sufficiente la butto li…oppure il cellulare necessita di una qualche chiave o sistema per poter accedere alla ricarica…come per le macchine fotografiche ad esempio buttargli l'alimentazione diretta da pile e anche controllata con mah giusti e voltaggio giusto non sempre funziona ! alcune batterie hanno collegamenti e un un piccolo chip prima del pacco batteria che serve non solo da controllo e protezione ma anche da verificare la compatibilità del dispositivo o come riconoscimento…secondo me è il tuo caso

    • Andrea

      L' amperaggio puo essere anche superiore, e il telefono che assorbe di cio che necessita, ache se metti batterie con 4000 mA non succede nulla la telefono.

      ciao

    • Desk

      Quindi, come dicevo prima, posso usare anche una batteria da 9v?

      Grazie,

      Massimiliano

    • Ema

      In verità 1700 e 2500 non sono mA, ma mAh che è l'unità di misura della capacità e non della corrente erogata.

      Semmai si potrebbe incorrere in problemi (ma remoti) se si utilizzano le batterie usate dalle macchine radiocomandate, che, invece, hanno la possibilità di erogare molta corrente.

      Per cui tranquillo, le batterie stilo hanno una erogazione di corrente molto bassa che in alcun modo può danneggiare il cel.

  • alfcom

    Scusate, ma la batteria originale per il gs2 costa 10 euro e uno puo portarsela in tasca come ricambio, o no?

    • Dado

      si ma se una non la carichi?? poi non e che il mondo e fatto solo di batterie del gs2 e meglio con delle batterie separate fidati;)

  • brian

    La foto finale e stata scattata con il note? Pero nn ha una buona visione come le precedenti. Puoi dirci qual'e il telefono k hai usato :3

    Sono curioso

    :yahoo:

  • haram

    ma dico io… non é meglio avere una batteria di ricambio da caricare in un caricabatteria da tavolo ed averla con sé in caso d'urgenza ? Io faccio così dai tempi del Nokia….

    • masand

      Andrea,

      ha postato la sua idea per avere qualcosa di veloce, pratico e funzionale mentre va in bicicletta e onestamente, dato che in bicicletta (MTB) ci vado anche io, ho subito accolto la sua idea positivamente.

      Poi è vero, avere una batteria di ricambio è utile, ma dura di meno e poi, vuoi mettere? Autocostruirsi qualcosa è comunque divertente di per sé. 🙂

    • soggett o

      oltretutto quello di cui parli costa come minimo 40 euro

    • sogg etto

      oltretutto quello di cui parli costa come minimo 40 euro

    • Mak

      Il problema di quello che dici è che i nuovi telefoni non hanno la possibilità di togliere la batteria, in realtà si potrebbe ma è complicato e si rischia di rovinare la parte esterna del telefono

  • max

    sicuramente è meglio una batteria originale, ma l'idea è ottima bravo Andrea

  • disco

    senza offessa ma questa e notizia vechia

    http://www.ladyada.net/make/mintyboost/icharge.ht

  • disco
  • Capasso

    No non si può usare una batteria da 9 V

  • Capasso

    E per chi chiedeva se si può usare un portabatterie da 8 il problema è sempre lo stesso la tensione massima deve essere circa 5 volt che corrisponde a 4 stilo in serie equivalente per le pile ricaricabili a circa 4,8 V e per le normali alcaline a circa 6 V se il portabatterie da 8 le collega tutte in serie ( normalmente è cosi) il risultato sarà di circa 9 volt e non va bene.

    • maso61

      :ok: grazie avevo chiesto io….non sono molto afferrato in materia ma mi piace parlare di queste cose

    • random hero

      basta che ne metti 2 a 2 in parallelo così alla fine ottieni sempre i famosi 5 e rotti volt anche usandone 8. E aumenti la corrente che può fornire il pacco ricarica del doppio.

  • [-Mac-]

    Che App è quella che si vede nel GS2?

    • Andrea

      Dovrebbe chiamarsi BATTERY MIX

  • Stefano71

    Esiste la stessa cosa sul sito Duracell quello delle batterie costituito da un caricabatteria da collagare alla presa di corrente prima dell'utilizzo. Una volta carico fornisce energia per 5 ore attraverso un connettore usb. E' tascabile e comodissimo da portare in viaggio.

  • roby

    Salve vedo che molti di voi non capiscano la differenza fra batterie ricaricabili quelle normali tipo usa e getta e i vari tipi. Per chiarire;batterie AA ricariabili quelle comunemente chiamate stilo il loro voltaggio e di 1.2volt quindi quatto di loro colegate in serie daranno un voltaggio di 4,8Volt,batterie stilo non ricaricabili 1,5 volt x 4 collegate in serie 6Volt,batteria tipo transistor 9Volt anche se ricaricabile o normale vivamente sconsigliata.

    Per quanto riquarda il loro amperaggio parlo delle ricaricabili e ininfluente dato che serve solo per determinarne la loro durata della carica spero di essere stato utili.CIao :mail:

  • Andrea

    Ciao a tutti…. 🙂

    Caspita quanti commenti!!!! ..Ho visto l'uscita dell'articolo solo ora…

    Cmq, grazie per i complimenti, piano piano rispondero' a tutti x quello che posso

  • Andrea

    @maso… No 8 batterie AA, di solito collegate in serie, sono troppo per l'input del SGS2. Gia' con i 6V delle 4 alcaline (1,5 x 4) siamo al limite della tolleranza. Ricordo che l'input previsto per una porta USB e di 5V.

    Si potrebbe obbiettare che basterebbe collegarle in 4×2, cioe' due file da 4 collegate in parallelo, ma il parallelo delle batterie E' SEMPRE DA SCONSIGLIARE…

  • Andrea

    Idem per @masand…

  • Andrea

    @federico… la ricarica, anche quando le ricaricabili sono completamente cariche, si aggira intorno ai 180-220 mA, e credo che sia autonomamente regolata dalla circuiteria interna del SGS2. Infatti sotto i 4,2V si interrompe.

  • Andrea

    @brian… NAAAAA! Non e' 1 Note! Ma dai! … la fotocamera e' la stessa. 😀

    Ebbene si tratta di Iphone 4! … Che differenza eh?

  • Andrea

    @disco… Capisco che puo' sembrare strano, eppure io quell' articolo non l'avevo visto, e prima di inviare quanto ho scritto ho cercato immagini su internet che riportassero batterie AA e caricabatterie USB.

    Poi io lo uso dall' estate scorsa, ho comprato l'SGS2 a giugno, e non ho fatto altro che copiare il mio caricabatterie per OMNIA creato 2 anni prima (che tra l'altro non ha neanche bisogno del collegamento a massa del cavo verde)

  • Andrea

    @random-hero… mai mettere in parallelo delle batterie.. se le tensioni tra i vari elementi non sono uguali si possono creare delle forti correnti di corto circuito.

  • Andrea

    @Mac… Battery Mix. Lo trovi nel Market…

  • Andrea

    @alfcom… gia', ma per cambiare la batteria devi spegnere il cell, aprirlo, cambiare la batteria, riaccenderlo… Vuoi mettere?

    Provalo anche tu e vedrai 😀

  • Salvatore

    @Andrea Scusa l'ignoranza, ma questo caricabatteria usb, si può usare anche con il Galaxy S o questo non "sopporta la piccola sovratensione in ingresso"?

    • dags1972

      Interessa anche a me per il galaxy s…

    • GAbry

      Presumerei di Si….in fondo dal PC, dall'automobile, ecc…. via USB si ricarica anche il Galaxy S, ma anche io vorrei essere sicuro se il Galaxy S hanno delle protezioni su sbalzi/sovratensioni / sottotensioni……Non per vantarmi…..ma non ne capisco nulla di elettronica !!!!!:):)
      Grazie

  • Andrea

    @Salvatore & dags1972… Ciao, non credo ci siano grosse differenze nella circuiteria interna USB tra l'S e l'S2. Se proprio vuoi stare sul sicuro, usa solo batterie ricaricabili, che hanno una tensione leggermente piu' bassa.

    • Salvatore

      Grazie infinite… Proverò a costruirne uno…

  • Stefano

    Scusate: si possono usare pile ricaricabili da 3000mha di capacità, oppure si brucia qualcosa?

    NB: per SGS2

  • maso61

    :ok: @Andrea…fatto messe solo 4 batterie e funziona anche su GS Plus i9001…grazie mille

  • Giangis

    @Andrea

    che software usi per tracciare in mtb?

    Ciao e grazie in anticipo.

  • Andrea

    @stefano… Si la capacita (in mA) influisce solo sulla DURATA della ricarica.

  • Andrea

    @Giangis… OruxMap, gratuito. Per scaricare le mappe offline sul PC uso MOBAC, progetto open source gratuito.

  • Stefano

    Grazie Andrea!!!! :ok:

  • Maurizio

    L'idea è ottima e ben descritta ma ….

    http://www.dealextreme.com/p/aa-battery-usb-emerg

    😉

    ciao

  • andres

    @Maurizio… Ripeto, non metto in dubbio che in tutto il mondo altri abbiano avuto la mia stessa idea, ci mancherebbe.

    Altra cosa… Questo caricatore funziona, per quel che ho potuto provare, solo con Samsung, mentre NON funziona per gli Iphone (che magari hanno bisogno delle resistenze sulle linee dati come nell'altra risposta di Disco)

    Tu sai come e' collegato quello che mi proponi?

    • Maurizio

      No, non ne ho la minima idea …tutto quello che so è quello che c'è scritto sul sito …

      stavo girellando su DE, mi è capitato sott'occhio e l'ho postato.

      Per quello che costa, però, se interessa lo aggiungo al prossimo acquisto e vi racconto come funziona

  • Giabar

    Bellissima guida tutto Ok ,

    ma in commercio ci sono diverse alternative ecoomiche e ben fatte fra cui la pila ricaricabile della Duracell via usb nei formati 3 ore e 5 ore che vanno benissimo.

    Io personalmente uso la 3ore xche molto compatta.

  • Luca

    Ottima guida e buona idea due domande da profano :

    1 Se metto una pila da 9 volt unica giusto per ottimizzare

    lo spazio metto a rischio il cellulare o il funzionamento del caricatore

    2 Per uno smartphone che non sia il tuo Samsung posso provare

    il verde a massa e se non va pure senza ho posso provocare danni

    :ok:

  • Andrea

    @luca… 1) NO! 9V sono decisamente troppi, ripeto, USB prevede un voltaggio di circa 5V. 2) In teoria dovrebbe essere necessario solo il filo ROSSO e quello NERO, cioe +5V e 0V, il BIANCO e il VERDE sono le linee dati.

  • dj U.G.

    Si può utilizzare un cavetto con attacco maschio e collegarlo allo smartphone tramite il cavo per collegarci le pennette USB

    • dj U.G.

      inoltre mi servirebbe di sapere la tensione che utilizza il gs2 perchè se è più alta del telefono che voglio ricaricare allora dovrò ridurre il numero di batterie se non addirittura cambiare il tipo di batterie.

  • Nicola

    Ottimo!! esattamente come stavo per farlo io! 😀 però mi era venuto il dubbio che potesse arrecare danni al cellulare, una tensione non corretta o non costante… Ma poi ho misurato la tensione in uscita di alcuni alimentatori originali, ed ho visto che ci sono sbalzi anche di 2-3 volt in più, rispetto a quanto dichiarato sull'alimentatore stesso!! cmq complimenti per la guida 😉 ah, io il portabatterie lo prendo da un vecchio giocattolo!! hahaha

  • elehcim96

    ottima idea ragazzi…
    ma la stessa la posso utilizzare x ricaricare un tablet con batteria da 7.4v 1400mAh??
    il mio caricabatterie eroga 5v 150mAh 🙂

  • ANDREA

    CIAO . VORREI COSTRUITRE UNA COSA ANALOGA MA AL POSTO DELLE PILE VORREI METTERE UN MOTORE A SPAZZOLE DI UNA STAMPANTE(TIMO MINI GENERATORE EOLICO .. FINO AD ORA CON 1 GIRO E MEZZO MI ACCENDE UN LED VERDE.. NON NE CAPISCO NULLA DI ELETTRONICA MA SAREI GRATO DI UNA INFO SU TUTTI GLI ACCORGIMENTI DA TENERE

  • Io vorrei stra-ringraziare Andrea. Ho costruito ad una cifra irrisoria il caricabatt. (Battery Pack + cavo USB a 3€!!!!).
    Funziona PERFETTAMENTE anche sul mio Sony Xperia Arc.
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!! Già usato più volte in situazioni di emergenza e non solo. Carica la batt a bestia!!
    RIGRAZIE!
    Alex

  • Manuele

    Un buon suggerimento! pensavo creasse problemi alla batteria collegare direttamente un pacco di pile! Voglio farti una domanda data la tua esperienza:
    Ho un caricabatteria di emergenza cilindrico che funziona con una pila stilo da 1,5V.. (andava bene x i vecchi cell ma ora l'attacco è diverso)
    Tramite un circuito elettronico la tensione viene innalzata fino a 5,7V quindi se io mi procuro uno spinotto micro usb come tensione siamo a posto! inoltre offre il vantaggio che mi mantiene la tensione di uscita (pila carica o scarica) sempre a 5,7V.
    Sarà sufficiente però una pila sola a caricare la batteria dell' SGS2? secondo te è meglio fare una cosa come hai fatto te?

  • paolo

    domanda:sono molto interessato ed affascinato dall'idea di costruirlo….però io da poko ho acquistato un samsung advance lo posso tranquillamente usare o mi darà problemi cn la batteria,rovinandola??? 🙂

  • enzo

    ciao io lo creato per il mio xperia u pero quando lo vado a mettere non carica da il segnala ma non carica invece con un telefno vekkio funziona con le pile alcaline come mai?

  • clat

    funziona anche su galaxy s3?

  • albert

    ciao tu non hai usato delle semplici batteria ma le duracell staycarcage mi sembra si scriva che sono le più costose 13 euro 4 batterie ma sono una bomba durano 4 volte in più di un alcalina na bestia proprio io le ho sarebbe interessante costruirlo ci provo quasi quasi

  • sasy

    nessuno di voi capisce niente di elettronica
    e se si gioca con i volt e ampere in modo così impreciso e superficiale si rischia di rompere lo smartphone

  • vik

    ciao scusami io ho dei pacchi batteria da 9.6v (quelli per le automobili radiocomandate) come faccio a renderli delle batterie per cell portatile tipo come quella che hai costruito?

  • luigi

    E' una soluzione un pò grezza, ci vorrebbe un regolatore di tensione in uscita alle batterie…così si rischia di danneggiare il dispositivo da ricaricare perchè la tensione è altamente variabile. Le pile più usurate hanno un'escursione di tensione più ampia, e 4 in serie potrebbero arrivare anche a più di 6 volt…ci sono dei semplici integrati che stabilizzano la tensione in uscita. Non costano veramente nulla!! (per esempio l'integrato LM317)

    • Simone

      basterebbe anche solo uno zener polarizzato inversamente per stabilizzare la tensione di uscita

  • Peppe

    Posso usare solo il rosso e il nero per alimentare un navigatore gps con presa mini usb. Grazie

  • Simone

    ho seguito le tue istruzioni e ho realizzato l'alimentatore esterno usando un pacco pile recuperato da un orsetto di peluches e un cavo usb a due entrate preso dal tower di un vecchio pc. testato e funzionante su alcatel ot 993d, samsung gt i5500 e galaxy tab 2 (7"). ora vorrei proporti una piccola modifica, cioè una presa usb maschio che carichi il pacco pile… io ho già qualche idea sullo schema elettrico ma vorrei conferma

  • gabriele
  • Mak

    Servono per forza 5V ( o poco di più) o vanno bene anche 3.7V?

  • sdfdfdf

    con 20 euro vi comprate un affarino di questi e risolvete il problema…
    http://www.amazon.it/Dynamo-On-RP-PB08-velocement

    tra alcaline, carica alcaline, porta batterie, cavetto femmina ed un secondo cavetto usb, ve ne comprate 2 di quei cosi!

  • Phan83

    Ciao! Anch'io mi sono buttato nel progettino…ho fatto qualcosa di diverso ma alla fine il funzionamento è quello.
    Ho preso un vecchio porta occhiali ed ho inserito dentro 6 batterie aa 1,2v 4800mah in serie ottenendo 7,2 v in uscita. Allora per stabilizzare il tutto ho collegato positivo e negativo all'adattatore usb che si usa in macchina nella presa da 12v. Ho montato il tutto sembra che funzioni. Almeno per il momento sta caricando, inizialmente dava Ricarica non supportata con questo accessorio, ho caricato il pacco batterie ed adesso funziona. Vedremo la durata e quante volte posso carica il mio iphone 5.
    Ciaoooooo

    • androidgalaxys

      Ottimo 😉

    • Phan

      Ho smontato il paccp batterie tutto in serie mi dava 12v quindi con l'adattatore auto scendevo a 5,16 v ma vedevo che non resisteva molto caricava circa il 50% senza toccarlo e poi "la ricarica non è supportata con questo accessorio". Ora sto provando mettendo in serie e parallelo senza adattatore auto…ma non carica nulla….bhu!

  • motor

    ciao bella idea e molto semplice da costruire, il dubbio che mi viene e questo: quanto durano 4 pile? cioe la ricaricano tutta la batteria del cell ho al 50% hanno gia finito la carica? che durata ha in ore?

  • Vindex

    io ho un caricabatterie con usb femmina .. se lo attacco al porta batterie ha la stessa funzione del connettore tipo A femmina??

  • Quinterno Soldi

    Onore all’ingegno e di averlo condiviso. Bravo!

    • Claudio Iemma

      Non è ingegno! ma pura follia!

    • Quinterno Soldi

      (Questione di …punti di vista)

    • x5

      ma mi faccia il piacere! hahahahah

  • valerio

    scusa ma io la maglia esterna non c’è l’ho , ma è fondamentale ??

  • Carlo

    Qualcosa del genere pensate possa funzionare per caricare le batteria AA e scaricarle cedendo la carica allo smartphone? il telefono si carica ma non capisco se con l’altra estremità le batterie arrivano a caricarsi.
    PS non ho modo di verificare.

    • Claudio Iemma

      Il problema della carica delle batterie non è tanto quello della tensione di carica ma della corrente. Per ricaricare una batteria ricaricabile ad esempio da 3,6 V occorre una tensione un pò superiore, diciamo 5V ma la cosa più importante occorre limitare la carica che non deve superare la metà e ancora meglio la terza parte dell’amperaggio totale della batteria da ricaricare…pena il dederioramento in poco tempo della batteria, o anche l’esplosione della stessa.

  • Carlo

    Qualcosa del genere pensate possa funzionare per caricare le batteria AA e scaricarle cedendo la carica allo smartphone? il telefono si carica ma non capisco se con l’altra estremità le batterie arrivano a caricarsi.

  • ciccio

    bel fai da te…. ma onde evitare di danneggiare apparecchi da 7-800 euro vi consiglio questo: http://www.amazon.com/30000mah-Portable-Solar-Panel-Power/dp/B00HPC170I

  • Giuseppe B.

    Ciao,
    ho un caricabatterie da accendisigari per auto, sfortunatamente si è rotto il terminale (una micro usb), e volevo recuperare il caricabatterie giuntandolo con un un cavo dati di quelli che servono per collegare il pc al cellulare.
    Il problema è che dal caricabatterie fuoriescono solo due fili:
    ROSSO-NERO
    Dal cavo dati:
    ROSSO-NERO-BIANCO-VERDE e SENZA GUAINA

    come devo collegarli per far si che ricarichi?

    Grazie

  • Federico

    Funziona anche con i Lumia?

  • Davide

    Visto che 5 classiche pile ricaricabili da 1,2 volt l’una in serie mi danno 6 volt, va bene lo stesso? 🙂

    • Supertabio

      Attenzione: non tutte le pile tipo AA (o AAA) sono da 1,2 Volts!
      Es. le Energizer ricaricabili sono da 1,2 mentre le non-ricaricabilil sono da 1,5
      Non mettere mai batterie con livelli di carica diversi o, peggio ancora, di tipo diverso!

    • Claudio Iemma

      Giusto! bravo! a carica piena si avrebbe un totale di 6V contro i normali 4,4/5 utilizzati per ricaricare le batterie dello smartphone. Si potrebbe ovviare mettendo in serie all’uscita un diodo. ( il diodo ha una caduta di tensione di 0,6/0,7 V.

  • paolo5730

    Scusate, ma vorrei avvertire a tutti che nelle cariche delle batterie, non conta tanto la tensione ma bensì la corrente, che deve essere un decimo più piccola di quella nominale.

  • Daide

    Complimenti interessante ci provo . Avevo preso dei PowerBank ma hanno fatto una brutta fine.Solo una domanda si puo’ utilizzare direttamente la micro Usb ? I Collegamenti sono Uguali?
    Caio Davide

  • seby

    Ma con questo sistema posso anche alimentare il navigatore tom tom

  • Claudio Iemma

    La pila da 9 volt ha un amperaggio ridicolo!

    • Federico Salis

      ridicolo? io ho 9v ricaricabili da 2000mhA …se me le chiami ridicole

  • Claudio Iemma

    Nei carica batteria degli smartfone esiste un dispositivo che LIMITA la corrente in uscita, e non solo la tensione, ad esempio max 1 amp… collegando le pile ricaricabili essendo queste di amperaggio notevolemnte superiore e non essendoci un limitatore di corrente in uscita danneggerebbe la batteria dello smartphone che sarebbe sollecitata ad una carica di un amperaggio maggiore soprattutto quando è molto scarica. Non credo che si possa definire un buon progetto! io lo definirei un ottimo progetto esplodi batteria smartphone.

    • x5

      Guardi che ormai è da anni che i caricabatterie per cellulari non esistono più. Ora si è tutto standardizzato a USB con 5Volt stabili. Che siano 500mA o 2A il cell regola lui la ricarica.. e i tempi di ricarica sono gli stessi. Ma quale esplosione.. ma per cortesia si aggiorni prima di scrivere cavolate..

    • Usuppue

      ho comprato un caricabatterie che dovrebbe uscire a 5V. misurando con un usb doctor mi rileva un uscita con picchi di circa 5,30V. mi chiedo se questo possa con il tempo danneggiare la batterie dello smartphone? quale è il range minimo e massimo in cui deve operare un caricabatteria a 5V? grazie

  • Claudio Iemma

    Il miglior sistema per fare scoppiare la batteria dello smartphone. Questa è follia non ingegno!

    • x5

      lei signore è rimasto al nokia 3210
      Un po’ di aggiornamento no?

  • Claudio Iemma

    Sicuramente rischierai di meno col tuo sistema che con quello del presunto ingegnoso!

  • Claudio Iemma
  • Claudio Iemma

    Finalmente una persona che scrive una cosa sensata! bravo!

    • x5

      ma non diciamo fesserie.. non si può variare la tensione USB quella deve stare stabile a 5Volt
      E’ da anni ormai che la gestione della ricarica viene fatta dal cellulare..in modo da unificare tutti i dispositivi e non dipendere più dai caricabatterie singoli. Ma dove siete rimasti? agli anni 90?

  • Claudio Iemma

    Non è questione di stabilizzare la tensione in uscita quanto quella di stabilizzare LA CORRENTE in uscita.

    • x5

      il bello è che insisti hahahahhahahah

  • Claudio Iemma

    Prendi un caricabatterie quelli che si usano in macchina per ricaricare il telefonino, modifica l’innesto e collega come ingresso il tuo pacco batterie. All’uscita avrai i 5 V necessari.

  • Claudio Iemma

    Bravo!

    • pino

      Scusa claudio visto che ne sai tanto dai tu la soluzione invece di criticare

    • x5

      puoi anche essere un genio in elettronica ma se non ti aggiorni bimbo mio dici solo fesserie.. 😀

  • Claudio Iemma

    Ok, ero rimasto indietro allora! se la limitazione è interna in tutti gli smartphone a questo punto allora conviene usare delle pile tipo torcione piuttosto che stilo.

  • anti fessi

    impara i verbi invece di pensare agli smartfon

  • Filippo Giorgi

    Ma per cortesia, ci sono i power bank in vendita a 2 euro! (senza batterie)

  • Giovanni Nicola Salvi Bentivog

    Fare attenzione alle polarità. Ho preso casualmente un cavetto USB tra quelli che avevo, e che usavo poco, e scoprendo i fili ho visto che aveva solo 2 cavetti: uno nero ed uno rosso. “Fortunato!” ho pensato, ho fatto i collegamenti e poi ho visto che non funzionava come caricatore e le stilo dopo pochi secondi si scaldavano. A questo punto mi è sorto un dubbio. Ho invertito i cavetti (rosso- nero; nero-rosso) e tutto è andato a posto.

  • Luigi Papale

    salve, volendo alimentare direttamente un tablet akai 10′ con un alimentatore
    quanto dovrebbe essere dimensionato quest’ ultimo, tenendo presente che la batteria eliminata era di 3,7 volts e 5500 mA ? uguale alla batteria ? Questo perchè devo collegarlo come tablet fisso alla parete. grazie anticipatamente