twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mag 022012
 

 

Come molti possessori di un Galaxy S2 avranno notato, i firmware basati su Android 4.0 (Ice Cream Sandwich) hanno portato alcuni cambiamenti alla funzionalità memoria di massa.

Per poter ora attivare tale modalità, occorre andare in Impostazioni > Altro > Impostazioni USB e cliccare su Collega e, dopo aver attaccato il telefono al pc tramite cavo usb, dalla finestra che si presenterà cliccare nuovamente sul pulsante collega.

Diversamente dai firmware basati su Gingerbread, non è previsto più alcun modo per poter collegare in maniera automatica come archivio rimovibile il nostro Galaxy (prima possibile grazie all'attivazione del debug usb). 
 

Per chi utilizzava frequentemente il telefono come memoria di massa troverà molto scomodo ripetere ogni volta questi passaggi.
La modalità predefinita di collegamento Dispositivo Multimediale (MTP) è abbastanza limitata, inoltre non tutti i sistemi operativi la supportano nativamente.
Ad esempio, i possessori di un Mac sono costretti ad installare un software a parte (vedi indicazioni pagina support di Google).

Non sappiamo il perchè di questa cambiamento.
Almeno ufficialmente, le specifiche di Ice Cream Sandwich non prevedono limitazioni sull'archiviazione di massa.
 

Per chiarire meglio la differenza tra le due modalità, proveremo a dare una spiegazione cercando di non scendere in dettagli troppo tecnici.
 

Per poter stabilre una comunicazione tra un host device (es. pc) e un target device (es. smartphone) attraverso lo standard USB, vengono usati specifici protocolli.
Uno di questi è appunto quello di Mass Storage Class ( MSC), noto anche come UMS (Universal Mass Storage).

Si tratta del protocollo principale che dovrebbe essere sfruttato da tutti i dispositivi android per permettere all'utente di utilizzare il telefono come un normale disco rimovibile (come avviene in pratica per i pendrive usb).

Con l'arrivo ICS, pur continuando ad esistere il supporto al protocollo MSC, Google ha deciso di ricorrere maggiormente ai protocolli MTP/PTP (Media Transfer Protocol – Picture Transfer Protocol), che sono quelli usati dalla maggior parte delle fotocamere, lettori MP3 o altri dispositivi portatili.

 

Difficile dire sul lato pratico quali siano i reali vantaggi di questa soluzione.
La scelta probabilmente è stata adottata per motivi prettamente tecnici.

Infatti il Galaxy Nexus, l'ultimo smartphone di Google, è caratterizzato dall'assenza di partizioni dedicate all'immagazzinamento dei dati (es. /sdcard) e anche dalla mancanza del supporto alle microsd esterne.
Lo spazio dedicato alle applicazioni e quello per i dati dell'utente è stato quindi unificato.

 

A queste condizioni la modalità Memoria di Massa non è più possibile, perchè il protocollo MSC permette l'accesso al dispositivo direttamente a basso livello (device block), ed essendoci ora un unico blocco, questo non può essere utilizzato da android e allo stesso tempo dall'utente su un pc.
I protocolli MTP/PTP invece permettono l'accesso ad un livello logico, quello del file system, risolvendo ogni tipo di problema relativo all'accesso simultaneo.