twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Lug 082012
 

 

Nella giornata di ieri è arrivata, dopo tantissimi mesi, la prima versione della CheckRom RevoHD basata su android Ice Cream Sandwich.

Ma l'entusiasmo per la notizia purtroppo si è subito trasformato in una grossa delusione per  gran parte di coloro che attendevano da tempo la rom più famosa per il Galaxy S2.

Eccone le caratteristiche:

  • Basata sul firmware XXLQ5 Samsung
  • Kernel Stock Samsung
  • No Wipe
  • Build.prop tweaks
  • Hardware Acceleration Enabled (GPU UI Enabled)
  • resolv.conf added for faster gps lock
  • Multi CSC
  • Deodexed
  • Zipaligned
  • Battery Optimization
  • Molte app e widget Samsung rimossi
  • Ottimizzazione png
  • Bug Reports : NONE!

Da come potete vedere dal changelog ufficiale, la rom si presenta come un qualsiasi firmware stock della Samsung, kernel compreso.
Se questo può suscitare delle perplessità (si tratta in fondo di modifiche che non richiedono assolutamente dei mesi di lavoro), la scelta del firmware XXLQ5 (prima e forse unica rom cucinata ad adottarlo) non si rivela particolarmente felice.

Non essendoci per vari motivi alcun kernel moddato e ClockWorkMod recovery, la prima operazione compiuta da diverse persone che l'hanno installata è stata quella di flashare il CF-Root.

E come avevamo già spiegato nel nostro articolo di ieri Attenzione, il firmware I9100XXLQ5 del Galaxy S2 è potenzialmente pericoloso, questo ha comportato il brick irreversibile del dispositivo.
 

Molte le proteste nella discussione ufficiale della rom su Xda, con alcuni che si ritrovano un Galaxy S2 inutilizzabile.

Il mancato supporto a JKAY Deluxe (una delle principali cause del ritardo della rom) e l'inutilità dell'app KitchenPro (vero punto di forza del progetto CheckRom) senza una recovery modificata, passano del tutto in secondo piano.
 

Ai tanti fans della serie RevoHD, non resta che aspettare i futuri sviluppi del progetto.