twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ago 242013
 

 

Secondo quanto emerge dalla nuove policy per gli sviluppatori Android che entreranno in vigore a partire dal 23 settembre, Google ha deciso di porre un freno alla diffusione sul market di app che sfruttano pubblicità di tipo airpush, ossia quelle che vengono visualizzate all’interno del menù a tendina.

Sempre secondo le nuove norme, le app non potranno più inserire link nei preferiti o nella home dell’utente senza il suo consenso, un’altra pratica piuttosto diffusa.

Sarà inoltre vietato inviare messaggi per conto dell’utente senza una conferma sui contenuti e il destinatario, alterare la descrizione sulla rispettiva pagina del market con parole chiave ingannevoli o altro sistema per alterare il ranking nei risultati di ricerca, utilizzare pagamenti di tipo in-app diversi da quelli previsti dalla casa di Mountain View.

 

Ma questi sono soltanto alcuni dei punti principali che si possono trovare all’interno del programma per gli sviluppatori (link versione italiana – link versione inglese) e che se non seguiti comporteranno alla rimozione delle applicazioni.

L’intenzione principale di Google è quella di migliorare l’esperienza utente sulla piattaforma android, soprattutto per coloro che non sono molto esperti.

Ma in questo modo, però, verrà anche limitato l’impiego di sistemi pubblicitari di terze parti, con ripercussioni negative sulle tasche di chi ha deciso di sviluppare per questa piattaforma.

  • Davide

    Avete centrato il punto, mi sa che il vero motivo è pproprio quello di far fuori gli altri.

    • Per l'utente finale è meglio,la trasparenza al primo posto, grande google.

  • dj U.G.

    Grazie a Dio si sono decisi a toglierle,sono la cosa più fastidiosa che esista le pubblicità nella barra notifiche,anche se facilmente si possono togliere sono veramente fastidiose