twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Giu 052014
 

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato del nuovo smartphone Samsung Z con Tizen, un sistema operativo open source che da quel poco che si è visto fino ad ora sembra promettere veramente bene.

I ragazzi di Tizen Experts che seguono questo progetto ormai da diversi anni hanno avuto modo di provarlo in anteprima durante la Tizen Developer Conference 2014 tenutasi in questi giorni a San Francisco.

interfaccia-tizen

Il primo punto che hanno sottolineato è stata l’assenza di quei micro lag di cui molti possessori di un dispositivo android da sempre lamentano,con un senso di fluidità nelle operazioni eseguite ben maggiore rispetto a quello offerto anche su hardware di tutto rispetto dal sistema operativo di Google .

Sulla carta inoltre Tizen promette una maggiore autonomia della batteria e l’ottimo livello di personalizzazione che ha contraddistinto da sempre Android.

tizen-multi-window

Nella video panoramica che segue è possibile vedere chiaramente come l’interfaccia grafica studiata dalla Samsung per Tizen risulti molto simile a quella utilizzata sul Galaxy S5 (dialer telefonico, rubrica, app fotoritocco, menù di sistema, menù a tendina, browser, fotocamera ecc…), con anche le stesse funzionalità software (lettore audio, widget, SPlanner, Multi Window, Ultra Risparmio Energetico, modalità Privata ecc…).

Dal filmato emergono anche un numero di opzioni e funzioni maggiori dei Galaxy, come quella che permette di personalizzare il colore del tema, il menù a tendina con pannelli multipli raggiungibili attraverso swipe laterali, l’avvio di mini-app in modalità floating e un launcher più flessibile.

personalizzazione-tizen

Proprio come fatto con il Galaxy Gear se la Samsung decidesse di aggiornare un suo smartphone Android a Tizen (ipotesi oggi improbabile) la maggior parte degli utenti potrebbe quindi non accorgersi neppure delle differenze.

L’unico problema di Tizen restano però le app, ma se i vari progetti di terze parti che mirano a portare su questa piattaforma quelle disponibili per Android dovessero andare a buon fine, allora Google si troverà direttamente dentro casa un temibile concorrente.

 

si ringrazia per la segnalazione del video Stair