twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Nov 102016
 

Samsung Electronics potrebbe presto entrare anche nel mercato dei sensori per il riconoscimento delle impronte digitali facendo concorrenza a società come Synaptics e Fingerprint Cards AB (che attualmente detengono il 90% del mercato) con un chip prodotto in casa dalla divisione System LSI (Large Scale Integration).

samsung-galaxy-sensore-impronte

Ad anticiparlo sono alcune fonti industriali del media koreano etnews.com, secondo cui i lavori di progettazione sarebbero già partiti alla fine dello scorso anno con la commercializzazione che dovrebbe avvenire nel corso del 2017.

Non si tratterebbe però di sensori basati su tecnologie più avanzate come quella ottica o ultrasonica, bensì sulla più comune capacitiva attualmente adottata dalla maggior parte degli smartphone.
In ogni caso Samsung dovrebbe utilizzarli soltanto per dispositivi di fascia bassa e media.

sensore-impronte-capacitivi

Ma perché la compagnia koreana è interessata ad entrare in questo settore?
Ovviamente perché si tratta di un mercato molto promettente, con un valore nel 2016 di 640 milioni di dollari e un tasso di crescita rispetto all’anno precedente di ben il 203,9%.

Una mossa che Apple ha già fatto nel 2012 quando ha acquistato la società AuthenTec. Inoltre oggi ad avere un lettore delle impronte digitali non sono soltanto smartphone di fascia alta, ma anche quelli molto meno costosi come dimostrano gli ultimi Galaxy della serie J.

  • Tiwi

    mi sembra una mossa intelligente..e visto come si comporta samsung, sicuramente sarà anche una spinta per una maggiore innovazione 😀