twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 092017
 

Sarà finalmente il 2017 l’anno dei primi smartphone pieghevoli?
Per ora non è ancora certo, ma come è noto Samsung è già impegnata da diverso tempo nello sviluppo di questa nuova generazione di dispositivi mobile cercando di adattarla alle esigenze del grande pubblico, come ammesso dal presidente DJ Koh in un’intervista di qualche mese fa.

Ma secondo alcuni presunti beta tester cinesi molto attivi su Weibo, la società koreana avrebbe da poco avviato anche le fasi di test dei Galaxy X, il nome della serie che dovrebbe distinguere i primi modelli di Galaxy pieghevoli.

foto concept
Risultati immagini per site:www.androidgalaxys.net pieghevoli

Gli esemplari in prova sono due. Il primo con product code SM-X9000 chiamato Galaxy X1, il secondo con product code SM-X9050 chiamato Galaxy X1 Plus.

Purtroppo le loro caratteristiche tecniche risultano ancora sconosciute. Da precedenti notizie si sa soltanto che il display dovrebbe presentarsi con una risoluzione più elevata del solito, ossia 4K UHD (3840 x 2160 pixel).

Il design dei Galaxy X invece potrebbe corrispondere ad uno dei tanti brevetti depositati da Samsung negli ultimi mesi.

brevetto smartphone pieghevole samsung 1

Sicuramente nei prossimi mesi scopriremo se Samsung considera i suoi smartphone pieghevoli già maturi e pronti per il mercato.

 

via theandroidsoul.com

  • mimmo

    ci aspetta un anno di novità o di flop colossali

  • Francesco

    Bello il disegno della terz’ultima figura, speriamo che sia un telefono comodo da tenere in tasca e anche con una buona diagonale del display

  • Tiwi

    se stanno iniziando i test, vuol dire che ci vorranno almeno un paio di anni per vedere i primi prodotti sul mercato..intanto sono notizie positive per il futuro

  • Andrea Biagini

    A mio modestissimo avviso, questa sarebbe una vera innovazione che spariglia le carte, altro che ennesimo Mhz in più nel processore o Mpx nella fotocamera o numeretti in un benchmark (magari tarocco) buoni solo per bimbetti malati. L’idea di poter fruire di un 5 pollici che diventi un 10 (senza perdita di risoluzione) con pochi gesti, rivoluzionerebbe il mercato.