twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Nov 182015
 

Come sappiamo negli ultimi due anni la Samsung ha tentato di riorganizzare la sua offerta di smartphone di fascia medio-bassa adottando delle nuove denominazioni basate sull’uso di semplici lettere (Galaxy A, Galaxy E, Galaxy J, Galaxy O).

I cambiamenti però non si limiteranno soltanto a questo. Secondo infatti una fonte industriale della ben informata redazione del The Korea Herald il produttore koreano ha in progetto di rendere questi dispositivi un po’ più appetibili introducendo alcune caratteristiche premium ad oggi esclusive dei sui top di gamma Galaxy S e Galaxy Note.

Tra queste viene citato l’utilizzo di un lettore per le impronte digitali e soprattutto dell’innovativo servizio di pagamento elettronico Samsung Pay.

samsung pay lettore impronte

Ma non si tratta altro che di una conferma alle numerose voci trapelate in questi ultimi mesi.
In fin dei conti già a partire con la serie Galaxy A e poi quella Galaxy E la Samsung ha portato sui dispositivi di fascia medio-bassa un design basato su materiali in metallo (dopo i Galaxy Alpha i Galaxy A sono stati i primi Galaxy a riceverlo) e spessore ridottissimo.

galaxy e

Sugli ultimi Galaxy J commercializzati per ora solo in India troviamo invece addirittura un display di tipo SuperAmoled.

Inoltre spesso su questi telefoni è anche possibile trovare caratteristiche software superiori a quelle dei modelli top di gamma, come ad esempio quelle del Galaxy S5 Neo.

via phonearena.com